MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Giorgia Meloni: BERLUSCONI UOMO GIUSTO PER IL COLLE

Si è conclusa ieri, in una giornata fredda ma assolata, la prima edizione natalizia di Atreju, in una Piazza Risorgimento colma di turisti ma anche di migliaia di persone accalcate per ascoltare dal vivo la leader Giorgia Meloni.

La manifestazione organizzata da Fratelli d’Italia, giunta alla 23esima edizione, che dal 1998 si è sempre svolta a settembre, è stata volutamente posticipata perchè “è la nostra risposta a chi voleva cancellare il Natale” ha spiegato la sempre battagliera Chiara Colosimo, consigliere regionale del Lazio, tra gli organizzatori della manifestazione.

Sul palco della kermesse dal 6 al 12 dicembre si sono alternati i big della politica italiana e numerosissimi ospiti stranieri, tra i quali l’ex sindaco di New York Rudolph Giuliani.

E’ stata proprio la molteplicità di personaggi politici in rappresentanza di tutti i partiti, a suggellare l’autorevolezza della manifestazione che ormai non viene più vista come un ritrovo di nostalgici come avveniva, erroneamente, nelle prime edizioni.

Nel villaggio frequentato tutta la settimana dalle famiglie per la pista di pattinaggio o per acquistare qualcosa negli stand natalizi, finalmente degni di questo nome, oltre che da tutti coloro che desideravano ascoltare i vari dibattiti che quotidianamente si sono succeduti nel palco principale, la manifestazione si è conclusa con un’ovazione per la leader del partito che come sempre ha arringato la folla di fedelissimi con un discorso che ha toccato tutti gli argomenti scottanti del momento: dal precisare che non sono assolutamente un partito “no vax“, al commemorare Mikis Mantakas, il ragazzo greco ucciso da una pistola comunista proprio in quella piazza nel 1975, a Davide Giri, l’italiano ucciso pochi giorni fa a New York da un ragazzo di colore, a Chico Forti che da 22 anni è in carcere in America fino a David Rossi il dirigente del MPS, sulla cui morte si sta cercando di far luce con una commissione parlamentare d’inchiesta appena costituita.

Non poteva mancare un accenno alla difesa della casa e dei confini nazionali, temi da sempre cari al partito tricolore, oltre alla difesa della cristianità, ultimamente minacciata non solo da appartenenti di altre religioni ma anche da un’Unione Europea che per un’ossessione di inclusione voleva escludere le parole legate al Natale per non rischiare di offendere nessuno che nella religione cattolica non si riconosca.

Non poteva mancare un accenno all’elezione del prossimo Presidente della Repubblica e le parole di Giorgia Meloni tolgono ogni dubbio sulla tenuta della coalizione di centrodestra, dal momento che l’ex Ministro della Gioventù ha senza dubbio affermato che Silvio Berlusconi è un ottimo candidato per il Colle in quanto uomo delle istituzioni e non di partito come da anni accade con i presidenti scelti dalle coalizioni di centrosinistra.

Staremo a vedere se questa unione di intenti i tre principali partiti di centrodestra, nelle prossime tornate elettorali, riusciranno a mantenerla a supporto dei candidati che decideranno di proporre…

Valerio Scambelluri

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here