Un giovane turista francese di 12 anni, nella notte di ieri, è stato colpito in volto da un piccolo contenitore dell’immondizia di metallo gettato dalla strada sulla spiaggia sottostante. È successo a Bergeggi, nel savonese.

Il ragazzino stava dormendo, insieme ai familiari – fra cui due fratelli di 14 e 15 anni – in una tenda da campeggio sull’arenile. A prestare i primi soccorsi sono stati i volontari della croce rossa di Vado Ligure e gli operatori dell’automedica di Savona Soccorso, che hanno trasferito il giovane al Santa Corona dove i medici, valutata la gravità delle lesioni, ne hanno disposto il trasferimento al Gaslini di Genova per necessità chirurgiche e di osservazione delle condizioni neurologiche a seguito di un grave trauma cervico-facciale.

LE CONDIZIONI – La direzione sanitaria dell’ospedale genovese ha confermato il ricovero del ragazzino e l’operazione chirurgica che si è resa necessaria per il trattamento della frattura della mandibola. La prognosi è riservata e il paziente resta ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva Pediatrica.

L’APPELLO DEL PADRE – “E’ stato un atto criminale, speriamo che i responsabili vengano trovati. Io e mia moglie intendiamo lanciare un appello: se qualcuno ha assistito alla scena vada alla polizia e denunci. Per colpa di qualche folle la vita di nostro figlio non sarà mai più la stessa, è molto grave, lo tengono in coma farmacologico”. Questo l’appello del padre, attraverso Il Secolo XIX, lanciato dal papà del 12enne. La famiglia, composta da altri due figli di 14 e 15 anni, proveniente dall’Alta Savoia, resta in attesa di notizie sulle condizioni del ragazzo.

LE INDAGINI – A indagare sull’accaduto sono i Carabinieri, che stanno ricostruendo la dinamica. Secondo quanto si apprende, nella zona non sembrano esserci telecamere di sicurezza che possano aiutare gli inquirenti nell’accertamento dei fatti.

Potrebbe interessarti anche: Decapitata statua di Padre Pio a Ponza

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here