Gabriele Pulici
Gabriele Pulici
5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Proprio in questo momento Offline ospita all’interno del suo contenitore Gabriele Pulici, figlio del compianto Felice, campione d’Italia con la maglia della Lazio nella stagione 1973/74.

Con quanto onore porti sulle spalle questo meraviglioso cognome?

“Noi abbiamo sempre vissuto  un passo indietro rispetto all’amore di papà x la Lazio. Per noi era solo papà e ci accorgevamo del resto solo quando, andando in giro, era attorniato da tante persone contenti di vederlo. Noi onestamente sapevamo dell’amore verso papà, anche non laziali ma ancora adesso ce ne stiamo accorgendo ancor di più. la gente ci fa sentire la sua vicinanza e stiamo realizzando davvero cosa fosse papà extra famiglia. Noi abbiamo compreso la sua scelta. Papà aveva due amori: famiglia e Lazio e questi amori hanno viaggiato sempre in parallelo.”

Di tuo padre ricordiamo un particolare non trascurabile: quando si parlava di Lazio diventava un’altra persona!

“Quando si parlava di Lazio era un fiume in piena, si trasformava e i suoi occhi si illuminavano!”

Che anno è stato, quello appena terminato, per la Lazio?

“Senza dubbio la vittoria in Coppa Italia ha in qualche maniera reso questa stagione positiva perché un trofeo è sempre un trofeo. Resta un pò di amaro in bocca per il campionato perché a dire il vero dopo il successo di Milano contro l’Inter credevo che le cose andassero molto meglio.” 

Dal mercato cosa ti aspetti?

“Il rinnovo di Inzaghi credo debba rappresentare una garanzia per noi tifosi. Spero che dopo 3 anni di Lazio e dopo le lusinghe di squadre importanti, immagino abbia raggiunto un equilibrio con Lotito e Tare capace di alzare l’asticella in merito agli acquisti da fare in questa fase di calciomercato. Quindi mi aspetto un attaccante di valore, un forte centrocampista capace di dare il cambio a Parolo e una cessione tra Luis Alberto e Milinkovic. Con Inzaghi la Lazio il prossimo anno ha l’obbligo di puntare al quarto posto.”

 

ASCOLTA QUI SOTTO IL PODCAST

 

 

 

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here