MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

FRITTO MISTO INTERVISTA IL CAPITANO ULTIMO

Il CAPITANO ULTIMO, colui che arrestò TOTO’ RIINA, si è lasciato intervistare dai due conduttori Valerio Scambelluri e Mario Improta.

Ultimo, il carabiniere diventato mito, quello che il 15 gennaio del 1993 ha messo le manette a Totò Riina, quello al quale Raoul Bova ha prestato occhi verdi in un grande successo televisivo, ma anche quello che ha conosciuto l’onta di un processo per favoreggiamento di Cosa Nostra (dal quale è uscito indenne), proprio lui che della lotta alla mafia ha fatto una ragione di vita, prima nei Ros, poi al Noe ed ai servizi segreti e infine di nuovo all’Arma, in un pellegrinare fatto di successi professionali e di tante amarezze dovute allo smantellamento della sua squadra e ai ripetuti tentativi di delegittimazione. Scomodi ed ingombrante come tutti gli eroi.

Del Capitano Ultimo, al secolo Sergio De Caprio, 56 anni, diventato nel frattempo colonnello, non esistono fotografie. Da 26 anni ha il viso coperto perennemente da un passamontagna, prima per continuare a poter per fare in incognito i pedinamenti per le sue attività investigative, ma anche per cautelarsi dalla condanna a morte che pende su di lui da parte di Cosa Nostra dopo l’arresto del Capo dei Capi, condanne che come ben sa non si dimenticano o vanno in prescrizione.

Di ciò sembra essersi dimenticato però lo Stato che dal 3 Settembre scorso gli ha revocato la scorta, come già successo nel 2009 e nel 2014, noncurante dei pericoli che corre quotidianamente chi ha condotto tantissime altre indagini, dalla Duomo Connection alla Cpl-Concordia e alle inchieste sulla discarica di Malagrotta.

Con il “carabiniere straccione” abbiamo rivissuto i momenti che hanno preceduto l’arresto che ha cambiato la sua vita, dalla sera prima alla mattina stessa, oltre che del momento clou in cui ha ricordato lo sguardo che il predatore e la sua vittima si sono scambiati per la prima ed ultima volta nella loro vita.

La bella notizia, finalmente, è che il Consiglio di Stato ha ripristinato la scorta al Capitano Ultimo. Ha infatti sospeso l’esecutività della pronuncia del Tar che revocava la scorta a Sergio De Caprio, considerato che “deve essere garantito” un livello di protezione adeguato a lui ed alla sua famiglia. Tutto questo fino alla discussione collegiale fissata per il 20 febbraio 2020…

Valerio Scambelluri

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here