Flyfarma

la confessione del ex parroco Bernard Preynat, per 20 anni ha compiuto abusi su “quattro-cinque bambini a settimana, succedeva nei weekend durante i campi scout”. , quanto è emerso nel processo a Lione per pedofilia.

Gli abusi, che ha confessato, sono stati perpetrati su decine di giovani scout tra il 1971 e il 1991. L’ex sacerdote è stato ridotto allo stato laicale a luglio da un tribunale ecclesiastico.

Le sue parole difronte ai giudici “Non realizzavo il male che ho fatto ai bambini”, ha dichiarato l’ex religioso.

“Anni dopo, i genitori mi hanno fatto comprendere il male che avevo fatto ai loro figli. Per me, erano dei gesti di tenerezza. Mi è servito del tempo per capire che era male. Per me, all’epoca, non si trattava di aggressioni sessuali, ma di carezze, di coccole”.

Nell’aula del processo, per la parte civile erano presenti dieci vittime sulle decine segnalate dall’associazione “La Parole Libérée”. Al loro fianco, cinque associazioni per la protezione dei minori. Le vittime delle violenze sessuali del 75enne Preynat avevano tutte fra i 7 e i 10 anni d’età all’epoca dei fatti.

Il caso è diventato l’emblema dello scandalo pedofilia nella Chiesa francese, coinvolgendo anche il cardinal Philippe Barbarin, già condannato a dieci mesi con la condizionale per omessa denuncia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here