MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

La Roma ha individuato in Paulo Fonseca il sostituto di Claudio Ranieri, l’allenatore che ha traghettato negli ultimi mesi la squadra giallorossa. Paulo Fonseca dal 2016 siede sulla panchina dello Shakhtar Donetsk. Alla guida della compagine ucraina, in soli tre anni, è riuscito a conquistare ben 7 trofei (3 campionati ucraini, 3 coppe d’Ucraina e una Supercoppa d’Ucraina).

Il bel gioco, espresso dalle squadre che ha allenato, e i trofei vinti, con il Porto e con lo Shakhtar, hanno spinto i dirigenti giallorossi ad interessarsi a lui. Fienga e Petrachi, gli emissari della Roma, si sono recati a Madrid per trovare un accordo con Fonseca. I due delegati sono subito entrati in sintonia con l’allenatore chiudendo con lui l’accordo per un contratto biennale, in più con l’opzione per un terzo anno. Fonseca percepirà un ingaggio di due milioni e mezzo a stagione.

All’intesa tra le due parti, però, sembra essersi frapposto lo Shaktar. Fonseca ha una clausola rescissoria di 5 milioni di euro netti, i dirigenti della squadra ucraina non volendo rimanere a mani vuote sarebbero disposti ad abbassare la clausola a 3 milioni. Sarebbe una cifra comunque importante per la Roma, che a questo punto si ritroverebbe a dover comprare l’allenatore. Per tale motivo, nonostante adesso il tecnico guadagni di più, pur di sedere sulla panchina giallorossa sarebbe disposto a ridursi l’ingaggio proprio in vista della clausola che la Roma dovrebbe pagare.

La squadra capitolina ha comunque mantenuto vivi i contatti anche con Roberto De Zerbi, unica vera alternativa a Fonseca per la panchina. Ma la prima scelta sembra sempre essere l’allenatore portoghese per questo c’è l’impressione che la trattativa possa concludersi ugualmente, ma in tempi più lunghi del previsto.

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here