Carlo Fusco e Ieva Lykos

La puntata di ieri di Offline  ha ospitato il regista Carlo Fusco per parlare del festival di Cannes.

Benvenuto Carlo!

“Innanzitutto fatemi ringraziare tutta la vostra redazione e tutti gli ascoltatori. Mi trovo al festival di Cannes con l’attrice Ieva Lykos con alcuni nostri film al Marché du film per fare alcuni incontri di coproduzione.”

Tu hai fatto la gavetta vera, partendo dal girare lungometraggi indipendenti fino a dirigere attori importanti, vogliamo ricordare i grandi attori che hai diretto?

“Ho avuto l’onore di dirigere Danny Glover, Michael Madson, Bruce Davison, Tom Sizemore, Steven Bauer, Paul Sorvino, Daryl Hannah, Anne Jeffrey. È stato bello lavorare con attori cosi importanti e la cosa che mi ha davvero sorpreso è la loro umiltà.”

Quanto è difficile fare cinema in Italia?

“Direi che è quasi impossibile sia dal punto di vista attoriale che da regista e vi spiego il perché. Per quanto riguarda gli attori fanno lavorare sempre gli stessi quindi è diventato un circolo vizioso. Stessa cosa per la regia ed è proprio per questo che ho iniziato a lavorare all’estero. Sono fortunato perché sono riuscito a lavorare con grandi attori ma rimane il dispiacere che nel mio paese non ho avuto modo di esprimermi.”

Qual’è l’attore più difficile che hai diretto?

“Non ho avuto mai difficoltà a dirigere come ho già detto. Gli attori americani sono umili e disponibili e la cosa pazzesca è che dopo ogni scena ti chiedono come sono andati, premetto che parlo di attori con tanto di nomination all’Oscar. Forse ho trovato più difficoltà con gli italiani, alcuni di essi, di spessore, sono molto snob.”

Al festival sei solo o in compagnia di qualche attore?

“Ho qui accanto a me la protagonista e sceneggiatrice del mio ultimo film “Paradise Baley” l’attrice è Ieva Lykos. Prima di passarvela ci tengo a ricordare che nelle maestranze del mio film voglio il make up ed effetti speciali di Vittorio Sodano, candidato all’Oscar per due volte.”

Benvenuta ad Offline Ieva Lykos. Brevemente di cosa tratta il film di cui sei interprete?

“La storia si incentra sul trasporto illegale di un carico di uranio. Il tutto si svolge all’interno di un bunker dove sono nascosti i cinque personaggi principali del film, due coppie e un bambino. Il film è stato girato a Potenza e all’interno di esso primeggia molta tensione.”

 

ASCOLTA QUI IL PODCAST

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here