MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

FASE 2 E STRISCE BLU: UNA GABELLA DA EVITARE

A pochissime ore dalla fase due una triste notizia, per fortuna solo economicamente, ha rovinato l’assolata primaverile domenica dei romani.

E’ infatti apparso sul sito del Comune di Roma, ma ben nascosto tra le varie pagine, che da domani saranno riattivate le strisce blu in tutta Roma.

Quella che da subito sembrava una fake news “Ti pare che la Raggi con questa crisi ci fa pagare la sosta???!!!” facendo una ricerca sul sito appare come la pura realtà, che, in un momento in cui gli aiuti del Governo tardano ad arrivare, suona come una vera e propria beffa.

Sperando però di essere semplicemente in un brutto sogno decidiamo di chiedere notizie in merito all’On. Lavinia Mennuni, più volte da noi intervistata, per capire come stavano realmente le cose, sperando ovviamente in notizie migliori…

Domani è finalmente il 4 maggio, si inizia a tornare verso l’agognata normalità anche a Roma?

Da domani potranno riaprire una serie di attività, si rendono meno stringenti alcuni dei divieti imposti dall’emergenza covid 19, ma certo ci vorrà ancora tanta prudenza e attenzione perché la battaglia contro il virus ancora non è vinta.

Dispiace solo che la Sindaca Raggi non abbia capito la situazione e che proprio domani accadra’ qualcosa che a Roma non doveva accadere.

Cosa vuol dire?

Domani sarebbe potuta essere una bella giornata per i romani con la ripresa delle attività per  l’allentamento parziale delle misure di salvaguardia.

A renderla meno bella ci ha pensato la Sindaca Raggi che con scarse  ragioni e pessima scelta di tempo, ha immaginato di ripristinare la striscia blu. Ottima idea per fare cassa, molto meno per aiutare i romani e gli esercizi commerciali a ritornare verso la normalità.

Quindi proprio quando la città riprenderà sia pure parzialmente l’attività, si tornerà a pagare la sosta?

Esattamente. Una misura assolutamente poco opportuna, anche perché è facile prevedere che molti romani preferiranno spostarsi con l’autovettura piuttosto che i mezzi pubblici: lo farà chi non vuole rischiare il contatto con altre persone sia sugli autobus che nei vagoni della metro, ma anche perché, sia bus che metro avranno una capienza limitata proprio per favorire il distanziamento dell’utenza.
Ci saranno molte più autovetture in circolazione. E la sosta doveva continuare a rimanere gratuita. Perché l’emergenza, sanitaria ed economica, non è finita, perché i romani continuano ad essere in difficoltà.

Quindi anziche’ aiutare i romani impoveriti e frastornati da questa emergenza, li si mazzola, accentuando le difficoltà proprio nella ripresa della vita normale?

Purtroppo si. I romani andrebbero aiutati, e supportati, anche economicamente, ma a quanto pare così non sarà!

Abbiamo presentato delle proposte concrete ad esempio per il mantenimento e l’estensione dello smart working, per il supporto economico a famiglie e partite Iva.
Speravamo con la sindaca di poterci confrontare su questo., proprio per l’eccezionalità del momento. Invece saremo costretti a farci sentire in assemblea capitolina su questa vergogna: faremo le barricate per costringere Virginia Raggi a ritirare la reintroduzione del pagamento della striscia blu. Pena il suo passare alla storia, per non aver risolto un problema di Roma ma per aver ulteriormente flagellato i romani nel momento più triste e delicato.

Ovviamente auspichiamo che la Sindaca capisca il triste momento che tutti stiamo vivendo e ripensi su questa scelta, che, probabilmente a tutti i cittadini romani, appare scellerta.

Valerio Scambelluri

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here