MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Quest’anno per 26 volte il tabellone dei risultati ha suonato, spingendo il pubblico a scandire a chiare sillabe il nome di Fabio Quagliarella.

Fabio Quagliarella ha 36 anni e per la prima volta nella sua carriera, siglando 26 gol in campionato, vince il titolo di capocannoniere. Questo è stato possibile grazie alle sue perfette condizioni fisiche e alla voglia di lottare che lo ha sempre contraddistinto in tutta la sua carriera, anche quando quella palla sembrava non voler entrare.

Nasce a Castellammare di Stabia nel 1983, calcisticamente cresce nelle giovanili del Torino, fino ad arrivare nel 2000 ad esordire in Serie A con quella stessa maglia granata. Dopo aver militato in varie squadre, passando per i campionati di C2, C1 e B, approda nuovamente in serie A con l’Ascoli nel campionato 2005/06. Ma è nel 2008/09 che si mette in mostra con la maglia dell’Udinese segnando 21 reti complessive e facendo gola a molte squadre importanti, tre le quali la sua squadra del cuore: il Napoli, che decide di acquistarlo. Dopo solo un anno, passato con i partenopei e 11 gol segnati, viene ceduto, nel 2010, alla Juventus. Nei quattro anni in cui Fabio veste la maglia Bianconera, oltre a siglare 24 reti in totale, contribuisce alla vittoria di 3 campionati di Serie A e 2 Supercoppe Italiane. Dal 2014 al 2016 cambia maglia tornando ad indossare quella del Torino. Conclusa la sua avventura granata, veste per la seconda volta nella sua carriera la maglia blucerchiata della Sampdoria, con la quale quest’anno ha confermato la sua insaziabile voglia di segnare diventando capocannoniere della Serie A.

Che questo campionato sarebbe andato bene per lui lo si capisce non solo dalla condizione fisica che sfoggia dal primo minuto di questo campionato, ma anche dalla grande prestazione, nella seconda giornata, contro il Napoli sfornando un gol di tacco da cineteca destinato a rimanere negli annali del calcio.

La sua carriera è costellata di addii e di ritorni e proprio le sue prestazioni hanno portato il presidente del Napoli De Laurentiis ad interessarsi nuovamente a lui. Anche se Fabio Quagliarella ha firmato un contratto che lo lega alla Sampdoria fino al 2020, sembrerebbe non dispiacergli l’idea di concludere la sua carriera al Napoli, la squadra che ha sempre tifato. Nonostante il destino lo abbia tenuto solo per pochi anni all’ombra del Vesuvio, probabilmente proprio quel destino, spesso beffardo, lo potrebbe portare ad indossare di nuovo l’amata azzurra casacca del Napoli.

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here