Sebastian Vettel
Sebastian Vettel
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Ferrari al peggio non c’è mai fine

di cosi non si poteva fare, 13° e 14° Vette e Leclerc.

Macchine lente, errori ai pit stop ed anche problemi di affidabilità. Oltre un minuto di distacco, e doppiaggio evitato grazie alla Safety Car causata da Giovinazzi, che dovrebbe essere un altro uomo vicino al cavallino.

La nave sbanda, anzi forse è già affondata in una gara normalissima, senza pioggia e senza incidenti vari le due rosse arrivano lontanissime dalla zona punti e dietro l’Alfa Romeo di Raikkonen che ha superato facilmente Vettel al Radillon.

 

Binotto “siamo nella tempesta”

Non credo sia corretto parlare di crisi – ha detto – certo è un brutto risultato che si inserisce comunque all’interno di una stagione molto difficile. Lo sapevamo, lo avevamo visto nei test invernali e in quello che è successo dopo, con la pandemia e il congelamento del regolamento con le opportunità di poter sviluppare e reagire. Sappiamo che dobbiamo stringere i denti e costruire per il futuro”.

 

Vettel “Cosi non va”

Spa è una delle piste più sensibili per la potenza e noi con la potenza fatichiamo tanto, quindi è normale perdere un po’ di posizioni, ma d’altro canto eravamo dietro a macchine rispetto alle quali in gara siamo più veloci, come Alfa Romeo e Haas, quindiprobabilmente c’è qualcosa che non ci è chiaro. Credo e spero sia qualcosa specifico della pista di Spa”.

LEGGI ANCHE: TORO SEMINA IL PANICO A REGGIO CALABRIA

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here