Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
Just fit
True Beauty lab

Sono rimasti uccisi in un’esplosione a Kabul, in Afghanistan, un giornalista e il conducente di un minivan che trasportava un gruppo di 15 dipendenti di un canale televisivo privato locale. L’ordigno posizionato lungo la strada è esploso al passaggio della vettura; lo riferisce il direttore della testata, Khurshid TV, Jawed Farhad. Il ministero dell’Interno ha confermato l’attacco precisando che l’attentato aveva proprio il minivan come obiettivo.

Intanto Il governo afghano stamane si era detto pronto a iniziare “in qualsiasi momento” negoziati di pace con i telebani. Lo aveva annunciato il capo negoziatore Abdullah Abdullah.  Si erano infatti fatti passi avanti come “l’annuncio di un cessate il fuoco (da parte dei talebani), una riduzione delle violenze e lo scambio di prigionieri” che il primo ministro considerava “la preparazione del terreno per un buon inizio” del dialogo. Lo stop ai conflitti per 72 ore, dichiarato dai talebani durante la festa musulmana dell’Id al-fitr, celebrata alla fine del mese di Ramadan, era terminato martedì. Kabul, prima dell’attacco alla truppe giornalistica, aveva risposto all’annuncio della tregua liberando 900 prigionieri. Ma dopo l’attentato al minivan di Khurshid TV le cose potrebbero a breve cambiare.

krav-maga-national-academy
Mad Global Service
serral-3x3
Groupama Agenzia Roma Aurelio di Alessandro Buttinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here