5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Si conclude la parentesi populista in spagna. La somma delle percentuali dei due partiti di “sistema” (PP e PSOE) è inferiore rispetto a 8 anni fa (quando fu di 72% mentre ora ammonta appena a 45%).  Per la seconda volta di fila, la vittoria elettorale è data dal ritorno in auge di uno dei due partiti, che sottrarae voti all’altro. Gli schierameti socialista e popolare in Spagna rimangono centrali per la costruzione di un governo ed escludono la possibilità per uno dei due partiti di essere maggioranza guardando verso posizioni più radicali sia a destra che a sinistra.

La Destra:

Quello di VOX è vero exploit.In soli 1037 giorni passa da 0 seggi e 46.781 voti nel 2016 (0,20%) a 24 seggi 2.677.173 voti (10,26%) nel 2019. Nel suo complesso, però, la destra, mantiene gli stessi voti della volta scorsa (circa 11 milioni), ma il suo partito storico, il PP, perde pezzi a favore di VOX (più a destra) e C’s (più verso il centro).

La Sinistra:

la sinistra prende parecchie centinaia di migliaia di voti in più rispetto al 2016 grazie all’alta affluenza (76-24 contro 70-30 della volta scorsa). Unidas Podemos (UP)che ha fatto una campagna lettorale molto persistente, sconta una  forte contrazione,ma tiene rispetto alle aspettative dei sondaggi. L’ipotesi iniziale di sparigliare le carte nel rifiuto delle vecchie dicotomie,modello 5 stelle in salsa spagnola, è ormai archiviata.

il PSOE ha una grandissima responsabilità in mano. Ha timidamente svoltato a sinistra con Pedro Sánchez e potrebbe confermare che non si è trattato di un mero espediente retorico, ritrovando la sua vocazione per la giustizia sociale.

Gli Scenari di Governo:

Lo scenario più probabile,anche se non privo di ostacoli, è quello di un’alleanza tra PSOE, UP, nazionalisti baschi (PNV) e l’astensione della sinistra repubblicana catalana (ERC). Il cui capo, Oriol Junqueras, è da un anno e mezzo dietro le sbarre. Fino a 10 anni fa, l’appoggio di ERC sarebbe stato quasi scontato. Ora, dopo il Procés indipendentista, non più. Questa mattina però la vicepresidente socialista uscente Carmen Calvo ha però manivestato l’intenzione di formare un governo senza includere UP. Staremo a vedere.

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here