Mihajlovic risponde agli insulti razzisti da parte di un agente della Polizia di Roma Capitale
Mihajlovic risponde agli insulti razzisti da parte di un agente della Polizia di Roma Capitale

“Zingaro di merda!” questo l’insulto ricevuto da Sinisa Mihajlovic prima della finale di Coppa Italia, Atalanta-Lazio, vinta dai biancocelesti.

Inizialmente è girata la notizia che a insultare il Serbo ex difensore biancoceleste, fossero stati dei tifosi Laziali, successivamente è emersa la verità.

Il tecnico era in macchina con il ds del Bologna Riccardo Bigon e l’avvocato del club felsineo. I tre avrebbero chiesto informazioni all’agente che poi ha apostrofato il mister del Bologna.

La Polizia Locale di Roma Capitale, però, in una nota ha spiegato:

“In merito alle offese indirizzate al tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic, il Comando della Polizia Locale di Roma Capitale esprime sdegno e dispiacere per l’accaduto, ma le affermazioni contenute in un post pubblicato sul profilo Instagram da parte della moglie dell’allenatore, che indicano un agente della Polizia Locale come “probabile” responsabile, ancor prima che siano stati svolti i dovuti accertamenti, è un fatto grave che rischia solo di alimentare ulteriore odio nei confronti di chi indossa una divisa. Il Corpo si mette a disposizione per raccogliere la denuncia nel caso la famiglia Mihajlovic abbia certezza di quanto dichiarato”.

Nel caso fosse stata confermata la ricostruzione iniziale, ovvero quella dell’insulto da parte di tifosi, si sarebbe parlato sicuramente di insulto a sfondo razziale, in questo caso il tutto sarà ridimensionato, da parte degli organi di informazioni a un semplice diverbio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here