MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Oggi, mercoledì 7 aprile, la trasmissione russa Lasciali Parlare comunicherà le ultime notizie sul caso Denise Pipitone, ma ormai il mistero pare risolto. La ricerca dei genitori era diventata una sorta di reality nello show russo. La trasmissione è finita al centro delle polemiche internazionali per l’interesse quasi morboso per l’audience e alimentare speranze di ritrovare la bambina scomparsa da Mazara del Vallo nel 2004, speranze che adesso trovano una risposta amara. Olesya Rostova non è Denise Pipitone.

Il giornalista Matteo Grimaldi ha fatto sapere di avere ricevuto diverse segnalazioni riguardo la storia, precisando che non intende fare speculazioni sulla speranza di Piera Maggio e che la tv russa sta attuando una specie di show intorno al caso di cronaca italiana. Nella giornata di ieri hanno comunicato l’esito negativo del DNA a una madre che sperava che Olesya fosse sua figlia sparita da piccola:

“Mi piange il cuore a dover comunicare che andrà in onda lo stesso copione con l’avvocato di Piera Maggio ospite del programma. Mettiamo fine a questa propaganda di sentimenti e dolore che la tv russa pensa di portare avanti prendendo in giro milioni di persone che speravano di vedere Piera sorridere con la sua ritrovata Denise. Non sarà così”

In una puntata della trasmissione Olesya si è fatta ipnotizzare da uno specialista per riuscire a ricordare la sua infanzia, ma non ha fatto menzione all’Italia. La giovane ragazza ha parlato di uno zaino, di altri bambini e ha ricordato dei momenti di giochi. Inoltre ha raccontato di ricordare un viaggio di treno e poi il periodo passato insieme alla nomade a chiedere l’elemosina davanti a una Chiesa, prima che gli agenti la portassero in orfanotrofio.

L’UE PRESENTA IL ‘PASSAPORTO’ VACCINALE, IN VIGORE DA GIUGNO

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here