MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Aggiornamento sui casi di Coronavirus dalla Protezione civile del 26 aprile 2020. Sono passati 47 giorni dal primo D.P.C.M. dell’11 marzo 2020. A comunicare i dati sulle diffusione del Coronavirus nelle ultime 24 ore è stata la quotidiana conferenza stampa del Dipartimento della Protezione civile. Vi ricordiamo inoltre quanto sia importante per la salute di voi lettori e dell’intera nazione che si resti a casa. Sono consentiti gli spostamenti solo in caso di emergenza e di vera necessità. Il numero di pubblica utilità ricordiamo essere il 1500, attivato dal Ministero della salute per rispondere alle domande dei cittadini sul Coronavirus.

I dati sulla diffusione del Coronavirus nelle ultime 24 ore

Covid-19 dati del 26-04-2020

• Attualmente positivi: 106.103
• Deceduti: 26.644 (+260, +1%)
• Dimessi/Guariti: 64.928 (+1.808, +2,9%)
• Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.009 (-93, -4,4%)
• Tamponi: 1.757.659 (+49.916)

Totale casi: 197.675 (+2.324, +1,2%)

Osserva i dati del contagio ed i suoi grafici, visita il Sito ufficiale della Protezione civile: SITO UFFICIALE PROTEZIONE CIVILE

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nuovi tamponi: 49.916 (ieri erano 65.387). Si registra un ulteriore netto calo di ricoveri in terapia intensiva da Covid-19: sono 93 in meno rispetto a ieri. I dati continuano ad essere più rassicuranti giorno dopo giorno per combattere il Covid-19, si registra il meno davanti i dati degli attuali positivi: ora sono 106.103 nel totale nelle ultime 24 ore. Sono ancora centinaia i morti, dopo i 260 in un solo giorno di ieri, oggi se ne sono registrati in Italia 415. Dato dei guariti, che in un giorno arrivano ad totale di 64.928 mila. Dall’inizio dell’epidemia il totale dei contagiati tra attuali positivi, morti e guariti è di Totale casi: 197.675 (+2.324, +1,2%).

Nella giornata di ieri è stato diramato un ulteriore D.P.C.M. che estende la zona rossa su tutta la penisola sino al 3 maggio 2020, dopo di che partirà la Fase 2. Ne ha parlato in conferenza stampa Giuseppe Conte. Probabilmente la vita tornerà ad essere “normale” tra diverso tempo ancora non stimato. Direttiva ai prefetti affinché rafforzino i controlli per Pasqua. Ci sarà una stretta sulle seconde case di vacanza. Mentre le misure di contenimento del contagio avrebbero salvato circa 38.000 vite. A stimarlo è il Centro per i modelli delle malattie infettive dell’Imperial College di Londra.

LEGGI ANCHE: Cronaca: L’incubo del Coronavirus sta cambiando le nostre vite

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here