MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Damiano er Faina a ruota libera sul momento Lazio è intervenuto ai microfoni di C’mon Lazio, ne è nata un’intervista bella, verace e ricca di Lazialità e Romanità

Damiano benvenuto qui a C’mon Lazio, come nasce Laziale Damiano er Faina?

E’ una prerogativa nostra, che non hanno da altre parti, conosco molte realtà per cui uno diventa tifoso, noi ne abbiamo una nostra che è quella di padre in figlio, ho iniziato ad andare allo stadio assiduamente con mio Padre quando avevo 8-9 anni, la mia prima partita fu Lazio-Foggia 7-1. Nelle difficoltà che uno può aver avuto da ragazzino, io ricordo che in classe su 27 cristiani eravamo in 3 della Lazio, non dico che venivamo bullizzati perchè eravamo delle personalità forti, un po’ cacac@zzi però lo scontro vocale era difficile e ora con uno dei miei compagni di scuola tutt’ora andiamo allo stadio insieme. Mio Padre diceva che io da Laziale sono nato con la camicia, rispetto ai suoi tempi.

Come la vedi la Lazio attuale?

Meglio vederla a casa perchè lo scorso anno in Tribuna mi hanno dovuto trattenere e quest’anno avrei fatto peggio, credo che il ciclo di Inzaghi sia finito, le storie d’amore come in tutte le store d’amore finiscono, per una causa o per l’altra i grandi amori finiscono e secondo me è giunto al termine anche l’amore tra la Lazio e Inzaghi

Lungi da me criticare Ciro Immobile, io sono suo amico e sono suo sostenitore, non ci scordiamo cosa ha fatto, neanche il miglior Laziale auspicava la scarpa d’oro a Ciro Immobile ma in questo momento forse fisicamente non ce la fa e dovrebbe recuperare

Sta giocando con delle infiltrazioni

Certo, può fare una partita, due partite se stai in emergenza ma dovremmo provare a schiera anche Caicedo che può ricoprire tranquillamente il ruolo di Ciro Immobile. Anche le dichiarazioni di Lulic sono importanti, qualcuno dovrebbe riposare ma senza polemica, hai Pereira, hai Caicedo, hai Muriqi e dovremmo puntare su di loro. Dice ‘Muriqi è ‘na pippa’, ma è arrivato e si è fatto male, poi ha preso il Covid, diamogli spazio e tempo, proviamolo quando giochiamo partite come quella col Bologna!

La situazione sul rinnovo di Inzaghi?

Al momento la società e Inzaghi sono lontani, questo può essere un nodo cruciale per il nostro campionato

Come giudichi gli insulti, le offese e le minacce social ai calciatori della Lazio?

Non credo ne risentano psicologicamente, a me all’inizio davano fastidio, ora non mi interessa più, ultimamente ho criticato Achille Lauro a Sanremo e ho ricevuto offese e minacce di morte ma ormai non lo vedo come un problema, il fatto è che comunque in questo paese non si può esprimere più un parere per nulla e lo stesso vale per i calciatori che non possono più sbagliare, non stimo Patric ma se lo vedo per strada non me sognerei mai de insultarlo o minacciarlo, per quanto malati di questo sport, rimane pur sempre una partita di calcio. Sono insulti e offese che lasciano il tempo che trovano

Perché spesso viene criticata la tua Lazialità? A sentirti parlare si evince che tu sia tifoso vero, Laziale vero e che parli col cuore, perchè tutte queste critiche? Invidia perché vai in tribuna Vip?

Spero di no ma credo sia il motivo principale, vengo invitato a manifestazioni, conosco calciatori, a volte mi è stato detto che da Laziale non posso andare in giro con la tuta o non posso avere il doppio taglio, sarò un po’ coattello ma fa parte del personaggio

Come nasce il soprannome “Faina”

Me l’ha dato un un Vescovo che me disse che so’ er Faina perché da ragazzino ero opportunista ma quando c’era da magna’, non per altro.

Grazie Damiano, Forza Lazio!

Sempre!

VON DER LEYEN, PROPORRÒ NUOVA LEGISLAZIONE VIOLENZA DONNE

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here