MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Da domenica 16 maggio i cittadini italiani e i turisti stranieri potranno tornare a viaggiare all’interno dell’Unione europea, dell’area Schengen e in Gran Bretagna e Israele senza dover più fare alcuna quarantena all’ingresso in Italia. Lo ha stabilito un’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza, che elimina la quarantena di cinque giorni al rientro o all’ingresso in Italia. Resta l’obbligo del doppio tampone negativo: va fatto 48 ore prima dell’ingresso in Italia, nel Paese in cui ci si trova o ci si è recati, ed è valido sia il molecolare Pcr sia l’antigenico rapido. Il tampone va poi ripetuto una volta arrivati in Italia.

In giugno verrà discussa la possibilità di estendere la misura ai Paesi del G7, Stati Uniti e Giappone compresi, dunque.

È bene ricordare — e non c’entra con l’ordinanza — che prima della partenza dall’Italia bisogna controllare le regole del Paese di destinazione: serve il tampone molecolare Pcr o basta l’antigenico rapido? Quante ore prima del volo o dell’ingresso nel Paese va fatto? Bisogna osservare un periodo di quarantena? Una fonte utile è il sito Viaggiare sicuri del ministero degli Esteri.

Inoltre, quando arriveranno il , prima, e il , poi, per spostarsi sarà sufficiente il certificato di vaccinazione, in alternativa al tampone o all’avvenuta guarigione.

RIAPERTURA DI PISCINE E PALESTRE, QUARANTENA PER I TURISTI E COPRIFUOCO: IL CALENDARIO DI DRAGHI

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here