Flyfarma

Sahba Barakzai era insegnante di sport alle ragazze ad Herat, ma evidentemente c’era qualcosa che dava fastidio e mentre passeggiava nei boschi con la sua famiglia le hanno ucciso il suo affezionato cane husky Asoman.

“Una donna non può possedere un cane” e hanno sparato all’animale; quindi una tranquilla e spensierata passeggiata in famiglia tra i boschi è diventata un’esecuzione per la povera cagnolina che aveva soltanto sette mesi di vita.

Dava fastidio perché voleva dare un senso alla sua vita e a quella di tante donne, alle quali insegnava a praticare arti marziali e a correre in bicicletta.

Lei, la prima donna nel Paese proprietaria di un club sportivo e come ha detto la sorella Setayesh le minacce erano già arrivate, ma lei non aveva voluto cedere.

Fino a quando le hanno ucciso il suo cane dagli occhi azzurri. Una tragedia che l’ha convinta ad andarsene dal proprio paese.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Niccolò torna a casa domani

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here