Cristiano Ronaldo, Rolling Stones, U2 : Tutti in Lussemburgo ed Olanda per pagare meno tasse

L’Europa da cambiare e il pesante macigno dell’elusione fiscale: Porre fine a questo sistema è teoricamente semplice. Basterebbe far pagare alle multinazionali le imposte laddove producono gli utili, cioè nei paesi nei quali vendono i loro prodotti.

0
104

Siamo abituati ad acclamarli negli Stadi Europei, al Circo massimo durante i loro concerti, ad acquistare la loro musica. Siamo abituati ad elegerli come icona di stile e comportamento, ad ascoltare i loro messaggi sociali e politici. Spesso, però, dietro di loro si nasconono vere e propie industrie (sarebbe meglio dire Holding) dal volto oscuro.

Oggi sul suo blog: Angelo Mincuzzi, alla vigilia del voto sulla Brexit, svela come L’Unione Europea sia ancora troppo divergente in materia di fisco e  di come molti Paesi, veri e propri “Paradisi fiscali”  competano con gli altri, sottraendo al fisco ingenti risorse.

LE CIFRE: L’ultimo rapporto di Oxfam (leggi qui), una Ong che si batte per la riduzione delle diseguaglianze e della povertà, diffuso il 7 marzo, ha stimato che l’elusione fiscale delle società sia costata a Francia, Germania, Italia e Spagna circa 35 miliardi di euro nel 2015. Per l’Italia l’ammanco fiscale si attesta intorno a 6,5 miliardi di euro: una cifra che, se reinvestita nel bilancio sanitario, avrebbe potuto portare a una riduzione fino al 18% della spesa medica out-of-pocket delle famiglie italiane (al netto delle detrazioni).

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here