Cosa pensa Branimir Nestorovic delle indagini elettorali internazionali? – Politica

Branimir Nestorović, deputato della lista “Noi – La voce del popolo”, ha dichiarato oggi che non dovrebbe essere consentita un'indagine internazionale sulle presunte irregolarità nelle elezioni del 17 dicembre, ma che a Belgrado si dovrebbe tenere una nuova votazione.

Nestorovic ha detto alla televisione Brava che la lista non contiene prove che le elezioni del 17 dicembre siano state irregolari, ma che le elezioni locali dovrebbero essere ripetute nella capitale per vedere “cosa”. L'argomento relativo al presunto furto di voti è stato “battuto”.

“Le elezioni dovrebbero tenersi di nuovo a Belgrado, e questa volta falliranno disastrosamente. Le loro argomentazioni gli sfuggiranno di mano. Hanno firmato i verbali in quasi tutti i seggi elettorali, parlano da soli e sono delusi dal fatto che in realtà non hanno preso Belgrado. È brutto e dannoso per loro, ma anche per il Paese. Anche”, ha detto Nestorovic.

Lui ha annunciato che i membri della lista “Noi – la voce del popolo” non sosterranno il Partito progressista serbo (SNS) a Belgrado, ma ha aggiunto che non sa cosa succederà al titolare di questa lista nelle elezioni locali. Nella capitale, Aleksandar Jerkovic non ha escluso la possibilità di sostenere la maggioranza attorno al SNS.

“Vedo che è stato assente dai media negli ultimi giorni, ha smesso completamente di comunicare con noi dopo le elezioni, non so di cosa abbiano parlato. È stato a Budapest per un po', poi a Mosca, e so che è tornato”, ha detto Nestorovic.

Lui ha respinto l'appello del Parlamento europeo (PE) alla richiesta della Serbia di un'inchiesta internazionale sui presunti abusi contro la violenza in Serbia, e ha suggerito che la questione venga trattata dalla commissione investigativa dell'Assemblea serba. Secondo lui, può essere guidato dal rappresentante del partito di opposizione.

READ  Il traffico dei browser Internet diminuirà del 25% entro il 2026 a causa dell’intelligenza artificiale

“Che indagine internazionale, questa è assolutamente inutile. Sappiamo cosa diranno, se li chiamate, sapete quali saranno i risultati. Un'indagine non dovrebbe essere consentita, Slobodan Milosevic ha commesso un errore quando ha consentito un'indagine del genere, e poi ha distrutto se stesso e noi”, ha detto Nestorovic.

Lui ha valutato che la Serbia è “pronta” a cancellare gli accordi di Bruxelles.

“Abbiamo una pietra al collo. Se vogliamo aderire all’UE ad ogni costo, non possiamo salvare il Kosovo e Metohija. Penso che questo sia inaccettabile per la maggior parte dei serbi. “Per l'Unione europea non dobbiamo fermare i negoziati, ma possiamo sospenderli un po' perché il tempo sta davvero lavorando per noi”, ha detto Nestorovic.

Seguici sul nostro Facebook Instagram Pagina, ma altro ancora Twitter ordine sottoscrivi Versione PDF del quotidiano Thanas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *