coronavirus
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Sono due le famiglie in quarantena volontaria a San Fratello, nel Messinese per timore di infezione da coronavirus. L’invito è stato effettuato dal sindaco Salvatore Sidoti Pinto.

Ieri alle 11,30 un’insegnante di origini siciliane, residente a Codogno (zona del focolaio del virus), è rientrata in aereo da Milano nel paese siciliano, per festeggiare il Carnevale.

Appena giunta nel centro di San Fratello, è passata a salutare un cugino che vive con la moglie e due figli di 9 e 10 anni.

Appena il sindaco è stato informato, si è messo in contatto con le autorità sanitari ed ha quindi suggerito alla famiglia della giovane (madre, padre e una sorella) e a quella del parente che aveva incontrato di rimanere in isolamento per 15 giorni, come prevedono le disposizioni dell’autorità sanitaria.

Parole del Sindaco del paese. “La nostra concittadina – dice il sindaco – è partita da Milano in buona fede, prima che venissero attivate le misure interdittive ora in vigore, con il divieto di abbandono delle zone del contagio. Ci sono altri concittadini di San Fratello che vivono a Codogno e sono rimasti lì. In questo momento non c’è alcun motivo di allarme”.

La ragazza ed i suoi familiari al momento non presentano nessun sintomo influenzale.

Alcune indiscrezioni ci informano che fino a Sabato, i controlli sulla temperatura sono stati fatti solo ai passeggeri che arrivano da Roma Fiumicino e dall’estero, solo da oggi anche su passeggeri provenienti da Milano.

( ex mir)

Leggi anche Italia 3° Stato al mondo per contagi

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here