MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

A decidere sulla riapertura saranno gli indicatori; se non dovessero essere rispettati non ci sarà nessuna riapertura il lockdown continuerà cosi com’è.

E’ quanto affermato da Édouard Philippe; il premier francese ha esposto in senato il piano del governo per la riapertura successiva alla quarantena, chiarendo che tutto dipenderà dal numero di nuovi contagi giornalieri, che si dovranno mantenere sui 1000\3000 casi.

“Misureremo i livelli di contagi al giorno, in base ai livelli di contagio registrati i vari dipartimenti verranno divisi in zone verdi e zone rosse. La “fase2” durerà dall’11 maggio al 2 giugno, poi scatterà la “fase3″”.

“Tutte le persone che hanno avuto un contatto con dei positivi saranno invitati a testarsi e a mettersi in isolamento.L’ Obiettivo finale è consentire di isolare al più presto i portatori del virus. Non è una punizione, ma una protezione: tutto deve essere ampiamente fondato sul civismo di ognuno.”

“Per quanto riguarda la stagione agonistica degli sport professionistici 2019/2020, inclusa quella di calcio, non potrà proseguire”.

Dovrebbe slittare anche la riapertura delle scuole medie e superiori, se ne riparlerà dopo il mese di maggio.

LEGGI ANCHE: Decreti fumosi e ristoratori flambè di rabbia.

[VIDEO] Genova, assembramento col Presidente Conte

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

 

 

 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here