MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Secondo l’agenzia Reuters l’Austria ha confermato i suoi primi due casi di Coronavirus. Lo ha detto oggi una portavoce delle autorità sanitarie nella provincia del Tirolo.

Si tratta di due italiani che vivono in provincia e sono stati probabilmente contagiati in Lombardia, secondo quanto detto dal governatore Guenther Platter ai media locali. 

Il nuovo virus ha già ucciso più di 2.600 persone, per lo più in Cina, e si è diffuso in circa altri 29 paesi. Il numero dei casi confermati finora è aumentato a oltre 80.000. Il maggiore focolaio europeo dell’epidemia è in Italia, con oltre 260 casi confermati – da tre giusto prima di venerdì – e sette vittime. Anche la Croazia ha confermato il suo primo caso di coronavirus. Si tratta di un paziente ricoverato a Zagabria e che è stato a Milano dal 19 al 21 febbraio.

Oltre ai due italiani in Austria, due nuovi casi di Coronavirus, uno a Firenze e un altro a Palermo. Aumenta dunque a macchia di leopardo l’area dei contagi su suolo italiano anche se, nel primo caso, segue la scia del tragitto dei due coniugi cinesi, probabili pazienti zero.

FIRENZE

Sarebbe un imprenditore rientrato dall’Oriente ma non dalla Cina, ai primi di gennaio. Si sta cercando di capire se possa essere stato contagiato in Italia da un suo dipendente che stava male alcune settimane fa. Ricordiamo che Firenze è stata una città di transito della coppia di cinese risultata positiva al tampone e tutt’ora ricoverata allo Spallanzani di Roma.

PALERMO

A Palermo invece, è il caso di una turista bergamasca risultata positiva al test.

La donna da ieri era in osservazione all’ospedale Cervello di Palermo, dopo aver presentato i classici sintomi influenzali e qualche linea di febbre: era giunta nel capoluogo siciliano insieme ad alcuni amici per passare insieme un periodo di vacanza e perciò alloggiava in un hotel della città.

A comunicarlo è stato Nello Musumeci: “Abbiamo un sospetto caso positivo che è risultato tale dall’esame del tampone faringeo”. Il presidente della Regione Sicilia, in stretto contatto dalla notte col sindaco Leoluca Orlando e con il prefetto Antonella De Miro, ha confermato: “Si tratta di una donna di origine bergamasca, presente in Sicilia assieme ad una comitiva turistica, arrivata a Palermo prima dell’inizio della emergenza lombarda. Non risultano al momento altri contagi.

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE: UN’EQUIPE DI MEDICI RUSSI POTREBBE AVER TROVATO IL VACCINO

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here