MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

“Tante volte uno deve lottare così duramente per la vita che non ha tempo di viverla.”

 

Henry Charles Bukowski nasce ad Andernach, Germania nel 1920 ma si trasferisce a soli 3 anni, con la sua famiglia nel Maryland, USA. In America trascorrerà tutta la vita fino alla sua morte che avverrà il 9 marzo 1994 a Los Angeles.

 

Autore di romanzi, centinaia di poesie e racconti il suo genere contemporaneo e moderno è un inno alla realtà. Nei suoi testi si prende a pugni l’ipocrisia del sogno americano e della quotidiana facciata di apparenza dipinta sui volti di noi esseri umani.

 

Nella semplicità c’è la vita e, come nella vita, anche nello scrivere libri abbiamo bisogno di semplicità. Rimanere se stessi è la chiave del vivere sereni.

Perennemente in lotta contro se stesso, Bukowski ha lavorato in decine di posti differenti. Benzinaio, magazziniere, portantino sono tra quelli più conosciuti. Il suo vero lavoro, quello più odiato è stato quello di archivista presso le poste statunitensi. Non a caso Post Office è uno dei suoi racconti più conosciuti.

 

Figlio di quella generazione di artisti che rientrano nella Beat Generation, Bukowski o Buk viene amato per il suo stile crudo, vero e diretto. Abbattendo i muri dell’apparenza sognava uno mondo più equo con meno differenze sociali. Ma si sa, le differenze sociali sono insite nell’uomo e l’uomo sa essere crudele.

 

Donne, alcool, risse e ricoveri in ospedale sono gli argomenti dei suoi libri e probabilmente della sua vita.

Morirà di leucemia e durante quel male comporrà una delle sue migliori opere: Pulp. In questo libro la bellissima e affascinate “Signora Morte”  telefona a Bukowski dicendo di prepararsi per il suo imminente arrivo. Buk risponderà, va bene ma dammi solo il tempo di un altro whisky.

 

Ciao Bukowski, la tua normalità era straordinaria. La tua ironia continua a far tremare le nostre anime. 

 

LEGGI ANCHE:

Consigli d’Autore. Stephen King

Consigli d’Autore. Glenn Cooper

 

 

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here