cartoni animati

Se ad un adulto dei giorni d’oggi vuoi far tornare la luce negli occhi basta chiedergli ricordi legati ai cartoni animati che lo hanno accompagnato nella sua infanzia.

Allora si che vedrai rintronare il bambino che è in lui in un batter d’occhio!

I cartoni animati erano un appuntamento fisso che ci accompagnava nel pomeriggio e fino a l’ora di cena. Erano loro a dettare il tempo delle nostre giornate e in molti casi davano dipendenza, un pò come accade oggi con le serie tv.

Oggi ci viene da sorridere se pensiamo, ad esempio, a capolavori come Holly e Benji o Mila e Shiro, in cui le partite duravano almeno quattro o cinque puntate e, un po’ come per le soap opera, potevi permetterti di perdere una puntata che tanto tutto rimaneva com’era.

Come non ricordare con simpatia la piccola Pollon ossia colei che ha donato a tutti noi le basi della mitologia greca).

Impossibile non citare i vari Ken il guerriero, Jeeg Robot, Lupin, Sampei, Mazinga e tutta la “flotta” dei nostri eroi imbattibili per la quale ci sarebbe una lista infinita da fare.

La domanda, però, è un’altra e ben precisa: tutti li abbiamo visti e vissuti ma quanti di noi sanno come sono finite le avventure dei nostri beniamini?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here