MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Traumi ovunque, al volto, al torace, all’addome, al collo. Una furia cieca e violenta che ha spezzato la vita di Willy, il 21enne morto a seguito di un pestaggio, a Colleferro nella notte tra sabato e domenica scorsi.

Dall’autopsia, svolta oggi all’istituto di medicina legale di Tor Vergata, è emerso un quadro drammatico: sul corpo del giovane traumi ovunque distribuiti tra torace, addome e collo che hanno causato lo shock che ha indotto l’arresto cardiaco ma ulteriori accertamenti serviranno a definire quale colpo è risultato fatale al ragazzo. Accertamenti sugli organi interni, su un corpo martoriato da chi – come raccontano i testimoni – sferrava colpi da professionista, arrivando persino a “saltare sul corpo” del ragazzo ormai inerme.

Dati che si incrociano con la ricostruzione fatta dai magistrati di Velletri che restituisce un quadro di violenza “immotivata ed inaudita” ai danni di un ragazzino che “non c’entrava nulla” con la lite nata per un banale apprezzamento. Elementi che potrebbero presto portare per i 4 arrestati, a un capo d’accusa ben più grave dell’omicidio preterintenzionale: l’omicidio volontario.

LEGGI ANCHE: DE LAURENTIIS POSITIVO, IERI HA PARTECIPATO AD ASSEMBLEA DI LEGA

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here