cambiamento climatico

Ieri alla Facoltà di Lettere dell’Università Roma Tre si è riunito un modesto gruppo di studenti per sensibilizzare le persone al cambiamento climatico, e invitare tutti all’evento mondiale del Global Strike for Future che si terrà venerdì 15 marzo a Roma e nelle altre principali città d’Italia e del mondo.

Tra i travestimenti figuravano le api, tigri e scimmie, che portavano al collo frasi d’impatto come “Guardateci adesso perché estingueremo presto” o “Benvenuti nella sesta estinzione di massa”.

L’Italia e il mondo si uniscono alla voce dei giovani per il cambiamento climatico.

Un evento mondiale avrà luogo dopodomani in tutte le principali piazze del pianeta, organizzato dagli studenti al quale aderisce anche Legambiente. “Contrastare i mutamenti climatici è attualmente la sfida più grande che abbiamo davanti” spiegano, “Ma bisogna che i Governi facciano il loro dovere per contrastare il cambiamento“.

Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è espresso a proposito, affermando di essere “sull’orlo di una crisi globale” e lanciando un appello a tutti i governi di prendere decisioni drastiche prima di arrivare a un punto di non ritorno.

L’evento mondiale nasce dalla sedicenne svedese Greta Thumberg, che ha lanciato una serie di scioperi chiamati Fridaysforfuture, iniziative nate in occasione della COP24, la Conferenza delle Parti sul Clima del 2018.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here