bicicletta

Tra il voler aiutare il pianeta lasciando a casa l’auto, e il voler fare un po’ di sano esercizio, quella ciclistica è una attività che molti prendono in considerazione ogni giorno per spostarsi in città. Sfidando traffico e meteo non proprio a loro favore. Ma proprio per questi ciclisti, ci sono città che più di altre sono fatte a misura per la bicicletta, tra i mezzi di trasporto più sostenibili e salutari.

La start up Coya di Berlino ha voluto stilare una classifica delle migliori città che supportano il ciclismo, il Bicycle Cities Index 2019. Questa start up infatti si occupa di assicurazioni digitali e valuta il livello degli investimenti a favore della viabilità.

Quali criteri seguire per essere una città amica dei ciclisti

Coya ha stabilito alcuni criteri per indicizzare le varie città nella graduatoria. Primi tra tutti sono quelli più significativi e sensibili che valutano il numero di decessi e incidenti, i furti di bibiclette, il valore percentuale dell’utilizzo, gli investimenti in infrastrutture (quindi piste ciclabili), l’assenza e la presenza (perciò la condizione) del servizio sharing, e gli eventi in città che favoriscono il ciclismo, come la giornata “Domenica Verde” e il “No Car Day”.

Un modo ecologico e salutare per visitare le città e apprezzarne le bellezze

Senza molti colpi di scena, le città ai primi posti in questa classifica sono Utrecht, nei Paesi Bassi – con un totale di 77,84 punti e il 51% dei ciclisti -, seguita da Münster, in Germania, e Anversa, in Belgio, in terza posizione.

Copenhagen, Amsterdam e Malmö sono le tre altre città europee più adatte a chi si sposta in bicicletta, seguite dalla neozelandese Auckland e la cinese Hangzhou. Tra i dieci prima si classifica anche la Svizzera con Berna e un’altra tedesca, Brema.

Tra le 90 classificate, spuntano anche Roma e Milano

Al 65esimo posto si classifica Milano, penalizzata per il numero di incidenti, e poi Roma al numero 70, per la scarsità (se non assenza) dei servizi di bike sharing.
Il capoluogo lombardo si registra con il 6% di ciclisti e con un record di 1542 incidenti ogni 100.000 ciclisti.
La capitale arretra un po’ a causa dell’1% di ciclisti abituali, 1000 incidenti ogni 100.000 ciclisti, il punteggio di 30,18 indica la scarsità di piste ciclabili, e la forte carenza delle stazioni di bike sharing disponibili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here