MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Audio integrale dell’intervista:

Stefano Fassina ( Patria e Costituzione) è stato tra i primi politici ad accorrere ieri a Casal Bruciato durante le proteste per l’assegnazione di un alloggio popolare ad una famiglia Roma. Raggiunto dai microfoni della nostra radio non ha risparmiato critiche alla gestione da parte del Comune di Roma di questo tipo di problematiche e ha cercato di guidare la protesta dei cittadini verso i reali motivi del loro disagio.

Sappiamo che ieri Lei era a Castel Bruciato, dai media sembrava una protesta di tutta la cittadinanza verso una famiglia Rom destinataria di un alloggio popolare, a lei è sembrato così?

No. La lettura che è stata data è una lettura caricaturale, la protesta è stata alimentata da una ventina di militanti di Casapound che hanno trovato in un complesso immobiliare che ospita 400 famiglie poche persone che li hanno sostenuti in atti accettabili di intimidazione e violenza. Parliamo di numeri ristretti. Al Presidio fuori organizzato da ASIA (Unione degli inquilini)  c’erano tantissime persone residenti. Non dobbiamo sottovalutare questi episodi ma darne una valutazione corretta.

Le proteste dei residenti verso dove dovrebbero essere indirizzate?

E’ molto facile puntare il dito sulle persone più deboli. L’emergenza abitativa di Roma va risolta costruendo nuove case popolari. Parigi ha il 16% delle Case Popolari a Roma solo il 4%. Il nemico di quei cittadini che soffrono condizioni di disagio abitativo non sono le famiglie Rom ma sono questi plazzinari e istituti di credito che tengono sfitti decine di migliaia di case che potrebbero essere destinate all’emergenza abitativa.

La Raggi sembra più interessata alle grandi Opere come lo stadio della Roma che a realizzare case popolari.. lei come vede la situazione?

Si, la Sindaca dimentica regolarmente di essere la sindaca della Capitale D’Italia e dimentica in quanto sindaca della Capitale d’Italia di incidere sulla politica nazionale. Deve porre al governo e al presidente della regione Lazio il problema che non è più rimandabile. Noi abbiamo presentato una proposta in parlamento in questo senso, che riavvierebbe anche l’economia della città.

Potrebbe interessarti :

https://nonelaradio.it/casal-bruciato-divisa-in-due-cresce-la-tensione/

VIDEO – CasaPound a Casal Bruciato

 

 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here