5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Il polacco Pawel Fajdek, campione del mondo nel lancio del martello a Pechino, aveva vinto la medaglia d’oro. La notizia, tornata virale in questo periodo, risale a qualche anno fa: ma è tutto vero.

Un grande successo, sicuramente di quelli che si potranno raccontare ai propri nipoti. Ma qui entra in gioco una clamorosa sbadataggine: il ragazzo, classe 1989, si è ubriacato per festeggiare la vittoria, prendendo un taxi per tornare in albergo, e pagando nientemeno che… con la medaglia d’oro.

È successo quando il campione si trovava ancora a Pechino, subito dopo la vittoria: la gioia, i festeggiamenti in un ristorante della capitale, l’alcool (decisamente troppo) e poi la decisione di tornare in albergo. Chiamando un taxi, e decidendo saggiamente di non usare mezzi suoi, visti i bagordi. E fin qui tutto bene. Peccato che, in presa ai fumi dell’alcool, al momento di scendere dal taxi si è accorto di non avere contanti, e dunque ha pagato con la prima cosa che si è trovato tra le mani: la famosa medaglia, tanto sudata!

Pawel si è accorto dell’errore solo il giorno dopo, passata la “sbornia”, e ha chiamato immediatamente la polizia di Pechino, ammettendo la sbadataggine e chiedendo aiuto. Da qui una lunga trafila per risalire al numero del taxi e dimostrare anche di essere il legittimo proprietario del trofeo, dicendo di averlo sbadatamente smarrito. Anche se l’autista non era proprio d’accordo, e ha insistito a lungo sul fatto che la medaglia non fosse altro che il pagamento dell’atleta.

Il ragazzo è rientrato in possesso della sua medaglia, e fin qui verrebbe da dire che è tutto bene quel che finisce bene. Chissà però se al tassista è stata almeno rimborsata la corsa, questa volta in contanti.

LEGGI ANCHE: “ALLA TERRA RESTANO 7 ANNI DI VITA”

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here