5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Pari tra due vecchie decadute della Serie A, il Pescara di Zauri e il Chievo di Marcolini, nonostante un’altra grande partita del talentino clivense Vignato, la gara termina con uno scialbo 0-0.

In uno degli scontri diretti playoff, il Cittadella cade in casa contro l’Entella che sale così in quarta posizione proprio come i veneti, un autogol iniziale di Frare apre al vantaggio ospite.

Nella ripresa arriva il raddoppio di Chiosa, a 6’ minuti dal termine la riapre Proia per i padroni di casa, ma al minuto 90’ De Luca chiude il discorso, dando i tre punti ai liguri.

Netta vittoria del Crotone terzo della classe sul Trapani penultimo, succede tutto nella ripresa quando nei primi minuti la sblocca Messias, poi Mazzotta e il rigore di Simy chiudono definitivamente la gara a favore dei calabresi.

Importante e insperata vittoria della Juve Stabia sul Cosenza, i tre punti giungono in campania su calcio di rigore di Forte al novantesimo, quindi tutto nei minuti finali.

Cade a sorpresa in casa il Perugia di Massimo Oddo, che sta attraversando un periodo un pochino buio, a beneficiarne stavolta è il Venezia di Andrea Dionisi.

La sblocca e risulta decisivo il gol dell’ex ternano Montalto, fischiatissimo dal pubblico di casa appunto per i suoi trascorsi nella Ternana.

Nella seconda frazione i perugini non riescono a reagire e chiudono anche in nove uomini, espulsi infatti Rosi e il bomber Iemmello.

Pareggio a reti bianche tra il Pisa e il Frosinone di Alessandro Nesta, toscani che strappano un punto importante contro una squadra in piena zona playoff, ciociari che stanno vivendo un periodo di appannamento, dalla sconfitta di Benevento.

Entrambe perdono per infortunio dopo pochi minuti un elemento titolare, prima il portiere gialloblu Bardi, subito dopo Pinato dei nerazzurri.

Vince ancora il neopromosso Pordenone che continua a sorprendere, a farne le spese stavolta è la Cremonese, neroverdi sempre più secondi solitari in classifica.

Il gol partita è siglato da Ciurria dopo pochi minuti, friulani che poi amministrano e mantengono il risultato finale.

Cade la Salernitana di Giampiero Ventura, dopo una netta ripresa dalla crisi iniziale, arriva la sconfitta a La Spezia, liguri subito in vantaggio con l’ex Verona e Sassuolo, Antonino Ragusa.

Gyasi raddoppia per gli spezini nel finale di gara, dopo pochissimo Jallow la riapre ma non basta.

Pippo Inzaghi non si ferma più, il suo Benevento distrugge l’Ascoli nettamente, segna e la sblocca ancora l’ex difensore della Lazio Primavera, Alessandro Tuia.

Nella ripresa la tripletta dell’ex Cagliari, Marco Sau, la chiude definitivamente, nel finale espulso anche Andreoni per gli ospiti.

Pareggio tutto toscano tra l’Empoli di Roberto Muzzi ed il Livorno di Paolo Tramezzani, finisce 1-1, la sblocca subito Marras su rigore per gli amaranto.

Passano appena 4’ minuti la pareggia Mancuso per gli azzurri dell’ex attaccante di Lazio e Torino; nella ripresa succede veramente poco e il risultato non cambia più.

 

RISULTATI:

Pescara-Chievo 0-0

Cittadella-Entella 1-3

Crotone-Trapani 3-0

Juve Stabia-Cosenza 1-0

Perugia-Venezia 0-1

Pisa-Frosinone 0-0

Pordenone-Cremonese 1-0

Spezia-Salernitana 2-1

Benevento-Ascoli 4-0

Empoli-Livorno 1-1

 

CLASSIFICA:

Benevento 46

Pordenone 34

Crotone 31

Entella 29

Cittadella 29

Frosinone 27

Ascoli 27

Perugia 27

Pescara 26

Salernitana 26

Chievo 26

Spezia 24

Pisa 24

Juve Stabia 24

Empoli 23

Venezia 22

Cremonese 21

Cosenza 20

Trapani 15

Livorno 12

Edoardo Massetti

LEGGI ANCHE: Wrestling Iwa, cambia il campione nell’evento benefico

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here