MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Nel lunch-match dell’11.ma giornata si affrontano a Bergamo l’Atalanta di Gasperini ed il Cagliari di Maran. Un match che vede affrontarsi le due squadre più in forma del campionato; Per la Dea non ci sono grossi cambi di formazione e schiera, come previsto Gomez a supporto del duo Ilicic-Muriel.  Nei sardi invece la sorpresa la fa Maran inserendo Oliva al posto di Nandez 

Partono fortissimo le due squadre il ritmo è molto veloce ed infatti il gol ( anzi l’autogol ) arriva al 33′ con una sfortunata deviazione di Pasalic nella propria porta su tiro di Cacciatore. La dea prova a reagire ma lo fa nel peggiore dei modi quando un nervoso Josip Ilicic si fa buttare fuori con un rosso diretto dopo aver dato un calcione al cagliaritano Lykoggianis. Si fa all’intervallo con L’Atalanta in 10.

Nella ripresa Gasperini prova a fare dei cambi inserendo Malinovskyi e Hateboer per Gomez e Gosens. La dea ci prova ma il Cagliari quando riparte fa paura tanto che al 58′ è proprio Oliva a superare Gollini con un destro preciso: è 2-0 Cagliari. Gli uomini di Gasperini tentano di imporre il gioco, ci prova Malinovskyi con un gran tiro ma trova una gran parata di Olsen, anch’egli in stato di grazia.

Finisce cosi un clamoroso 0-2 per il Cagliari di Maran che aggancia proprio la Dea ed ora sogna giustamente in grande. Una prestazione perfetta in ogni reparto soprattutto a centrocampo con l’anima di questa squadra Radja Naingollan 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here