serie à

Genoa-Udinese 1-3

Splendida vittoria dell’Udinese in rimonta a Genova; Pandev dopo uno splendido uno-due con Kouamè, realizza con un bel sinistro alle spalle di Musso; passano dieci minuti e De Paul con un gran sinistro da fuori su assist di Nestorovski mette sotto all’incrocio della porta di Radu.

Il portiere romeno non può nulla a pochi minuti dal termine quando in sei, prima un sinistro in diagonale di Sema su assist di Okaka e poi il tiro di Lasagna entrato da poco, su assist dell’ultimo entrato Teodorczyk, danno i tre punti finali ai bianconeri.

Udinese che dopo l’esonero di Tudor conquista una splendida vittoria in trasferta, dopo le disfatte di Bergamo con l’Atalanta e in casa con la Roma; per il Genoa dopo la bella vittoria in rimonta di domenica scorsa e la bella prova di Torino con la sconfitta immeritata contro la Juventus, arriva un’altra sconfitta.

 

GENOA: (4-2-3-1) Radu 6; Ghiglione 7, Romero 6,5(70’ Sanabria 5,5), Zapata 6,5, Ankersen 6(64’ Barreca 5,5); Agudelo 5,5, Schone 6,5; Kouamè 6,5, Saponara 6(52’ Radovanovic 6), Pandev 7,5; Pinamonti 6. A disp. Jandrei, El Yamiq, Biraschi, Cleonise, Goldaniga, Jagiello, Pajac, Lerager, Gumus. All. Thiago Motta.

UDINESE: (3-5-2) Musso 6,5; Nuytinck 6,5, Troost-Ekong 6, De Maio 6(65’ Becao 6); Opoku 5,5, Mandragora 6,5, Walace 5,5, De Paul 7, Sema 7,5; Okaka 6,5(88’ Teodorczyk sv), Nestorovski 6,5(72’ Lasagna 6,5). A disp. Nicolas, Perisan, Samir, Ter Avest, Sierralta, Fofana, Barak, Pussetto. All. Gotti.

Marcatori: 22’ Pandev (G), 32’ De Paul (U), 87’ Sema (U), 93’ Lasagna (U).

Ammoniti: 25’ Sema (U), 49’ Nuytinck (U).

 

I top e flop

Genoa

Top:

Ghiglione, il terzino destro realizza l’ennesima gara strepitosa della sua stagione, corsa, cross, tiro, ordine anche in fase difensiva, veramente un giocatore fenomenale, sta ripercorrendo le orme di Di Lorenzo dello scorso anno quando si è consacrato definitivamente.

Pandev, ennesimo splendido gol, il secondo consecutivo, nonostante l’età e la brillantezza che non è più la stessa rimane un giocatore che riesce ad essere sempre decisivo o comunque importante.

Flop:

Barreca e Sanabria, perché sono i due che entrano per dare la scossa e invece non riescono a farlo, nonostante il cambio di modulo molto più offensivo di Thiago Motta.

Udinese

Top:

De Paul e Sema, oltre i gol, veramente una partita formidabile, due gol meravigliosi, decisivi per i tre punti degli uomini di Gotti e quindi della ripresa della squadra che era in grandissima difficoltà.

Flop:

Opoku e Walace, partita di poco insufficiente, oggi i bianconeri hanno fatto un gran partita, quindi è molto difficile trovare i peggiori, diciamo che loro due sono quelli che hanno meritato meno.

 

Lecce-Sassuolo 2-2

I pugliesi ospitano il Sassuolo, la gara inizia male con l’infortunio dopo pochi minuti di Babacar, sostituito da Falco; ma Lapadula risolve il problema portando subito i giallorossi in vantaggio, dopo non molto però il terzino destro ex Borussia Dortmund, Toljan dà il pareggio agli ospiti.

Prima dell’intervallo, infortunio anche per Tabanelli e gol proprio di Falco, che riporta così avanti gli uomini di Liverani; nel finale però di una partita concitata e combattuta i ragazzi di De Zerbi agguanta il pari grazie al gol del solito Domenico Berardi.

 

LECCE: (4-3-2-1) Gabriel 6; Meccariello 6,5, Rossettini 6,5, Lucioni 6, Calderoni 6,5; Majer 6(71’ Riccardi 6), Petriccione 6,5, Tabanelli 6(40’ Shakhov 6); Mancosu 6,5, Lapadula 7; Babacar sv(15’ Falco 7). A disp. Vigorito, Dell’Orco, Benzar, Dubickas, Vera, Rispoli, Rimoli, Imbula, La Mantia. All. Liverani.

 

SASSUOLO: (4-3-3) Consigli 6,5; Toljan 6,5, Marlon 6, Romagna 6, Kyriakopoulos 6(82’ Duncan sv); Traorè 6(66’ Djuricic 6), Obiang 6, Locatelli 5,5(86’ Peluso sv); Berardi 7, Defrel 6, Boga 6,5. A disp. Turati, Russo, Tripaldelli, Muldur, Raspadori, Piccinini, Ghion, Magnanelli. All. De Zerbi.

Marcatori: 18’ Lapadula (L), 35’ Toljan (S), 42’ Falco (L), 85’ Berardi (S).

Ammoniti: 37’ Locatelli (S), 46’ Toljan (S), 60’ Calderoni (L), 74’ Shakhov (L), 82’ Obiang (S).

I top e flop

Lecce

Top:

Falco e Lapadula, per i gol decisivi ma anche per la grossa prestazione, non è stata una partita delle più belle del campionato, squadre che si sono equivalse, giusto il pareggio e loro due sono stati sicuramente i migliori del Lecce.

Flop:

Nessuno insufficiente, gli unici che forse hanno giocato leggermente meno bene sono Lucioni e Majer.

Sassuolo

Top:

Berardi e Boga, sono i due esterni offensivi i più in forma e coloro che sono più propositivi, il primo realizza il gol che dà il pareggio, il secondo sfiora il gol più volte e con la sua velocità crea molti pericoli.

Flop:

Locatelli e Defrel, sono coloro che non sono piaciuti, il primo troppo falloso e poco costruttivo, il secondo deve realizzare e sostiuire come si deve Caputo ma non ci riesce.

 

Verona-Brescia 2-1

Al Bentegodi di Verona, va in scena la sfida tra i gialloblu di Juric e il Brescia di Corini, partita che per tutto il primo tempo rimane in un equilibrio spaventoso, giustissimo quindi lo 0-0.

La ripresa però si apre con il gol di testa di Salcedo per i padroni di casa, su un corner; poi Balotelli per cori razzisti nei suoi confronti da parte della curva dell’Hellas, si ferma e scaglia polemicamente il pallone con rabbia verso i tifosi stessi, il gioco rimane fermo qualche minuto con seguente annuncio ai tifosi di smetterla con quei cori vergognosi.

Nel finale Pessina neoentrato si inventa un bel gol di sinistro imparabile per Joronen; passa pochissimo e Balotelli si riscatta in parte mettendo sotto all’incrocio con un gran destro a giro dal limite dell’area su passaggio di Romulo.

 

VERONA: (3-4-2-1) Silvestri 6; Rrahmani 6,5, Kumbulla 6(16’ Dawidowicz 6), Empereur 5; Faraoni 6, Veloso 6(54’ Pessina 7), Amrabat 6,5, Lazovic 6; Verre 6, Zaccagni 6,5; Salcedo 6,5(73’ Stepinski 6). A disp. Berardi, Radunovic, Adjapong, Wesley, Danzi, Henderson, Vitale, Tutino, Pazzini. All. Juric.

BRESCIA: (3-5-2) Joronen 6; Mangraviti 6(46’ Ndoj 6), Cistana 6, Martella 6(86’ Curcio sv); Sabelli 6,5, Bisoli 6, Tonali 6, Romulo 6,5, Mateju 5,5; Donnarumma 6(71’ Matri 4,5), Balotelli 6,5. A disp. Alfonso, Gastaldello, Zmrhal, Spalek, Ayè. All. Corini.

 

Marcatori: 50’ Salcedo (B), 81’ Pessina (V), 85’ Balotelli (B).

Ammoniti: 5’ Martella (B), 9’ Mangraviti (B), 20’ Empereur (V), 36’ Mateju (B), 55’ Balotelli (B), 95’ Tonali (B).

Espulsi: 96’ Matri (B).

I top e flop

Verona

Top:

Pessina e Amrabat, il secondo non è una novità, sta facendo un campionato meraviglioso, molto più che sufficiente, è una delle sorprese di questo campionato; l’ex atalantino invece è decisivo entra e fa un ottimo secondo tempo con annesso il gol decisivo per i tre punti.

Flop:

Empereur, che non ha convinto e non è piaciuto, falloso, gli avversari avevano troppo spazio dalla sua parte, ne ho scelto soltanto uno perché gli altri hanno fatto un’ottima gara.

Brescia

Top:

Balotelli e Romulo, il primo non solo per il gol, ma perché finalmente si è visto il Balotelli di un tempo, bisognerà vedere quanto durerà, il brasiliano invece perché ogni palla passa per lui e Tonali, sono diventati i veri perni di questa squadra meritatamente.

Flop:

Matri e Mateju, il primo entra, fa ben poco, quasi non ci si accorge del suo ingresso in campo, poi a partita terminata si fa anche espellere per proteste, il secondo a differenza di altre gare dove aveva giocato molto bene, oggi ha spinto poco e si è visto ancora meno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here