MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Il solito Aurelio De Laurentiis, ne ha per tutti anche stavolta, va a ruota libera su alcuni casi spinosi in casa Napoli.

Primo argomento Insigne e il suo malessere presunto con Ancelotti, secondo il presidente Lorenzo “il Magnifico” deve cambiare atteggiamenti perché soffre troppo la sua “napoletanità”; il mister a suo avviso non ce l’ha con Insigne ma semplicemente lo vede svogliato e con comportamenti ancora non idonei.

Poi è toccato a Koulibaly e Fabian Ruiz, per i quali il patron si è preso dei meriti, parlando dello spagnolo che nessuno conosceva e per il quale lui ha speso 30 milioni, magnificando la sua scelta; per il difensore invece ha dichiarato che sarà difficile trattenerlo a vita a Napoli, così come lo sarà anche per lo stesso Fabian.

Discorso molto più polemico per i tre in scadenza: Mertens, Callejon e Milik; se parlando dell’ultimo, spende buone parole, nonostante il giocatore si sia più volte lamentato delle critiche della piazza, per i primi due il patron ha parole tutt’altro che dolci, dichiarando che non si svenerà per il rinnovo di nessuno perché nessuno è indispensabile e accusando indirettamente gli stessi esterni di non voler rinnovare il contratto per andare a fare una vita in Cina basata solo sui soldi ma al di sotto e di molto a livello tecnico-tattico rispetto all’Europa.

Chissà quale sarà la reazione soprattutto di questi ultimi due, e se per Callejon sembrano esserci possibilità solo in Cina o al Milan, che lo cerca da anni, per Mertens ma anche per lo stesso Milik, oltre alla Cina ci sarebbero la MLS, la Premier League e perché no la Serie A, con Inter, Lazio, Roma e in disparte Juventus pronte ad accoglierli a braccia aperte.

di Edoardo Massetti

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here