Byron Moreno
Byron Moreno
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

A 17 anni di distanza da quella maledetta partita Italia-Corea dei Mondiali 2002 l’ex arbitro Byron Moreno torna su quella partita valevole per gli ottavi di finale.

In un’intervista rilasciata a Futbol Sin Cassette, l’arbitro ecuadoriano torna su quel tanto discusso match: Quello su Zambrotta era rigore, lo ricordo bene, era fallo da rosso senza dubbio, ma non vidi dove lo colpì, se alto o basso”. Unica ammissione di colpa da parte dell’ex arbitro che poi prosegue con parole al veleno: “Sul gol annullato all’Italia io non potevo vedere se fosse fuorigioco da dove stavo, ho visto l’assistente alzare la bandierina e ho fischiato. Il rigore su Totti non c’era, il coreano tocca prima il pallone e poi Totti che va giù dopo. Ho chiesto di parlare con lui e Trapattoni dopo la partita, ma nessuno ha voluto. Se ho danneggiato l’Italia? No. Non l’ho fatto. Posso non aver visto dei rossi ma non ho danneggiato l’Italia. Non c’era rigore su Totti, non c’è stato niente di strano, le decisioni sono state chiare. Se dovessi darmi un voto per la partita, mi darei 8. Trapattoni è stato un codardo: espulso Totti, ha messo Tommasi, l’unico capace di attaccare era Del Piero. E’ stato un codardo come sempre”.

 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here