5 sapori
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
olsa
True Beauty lab

Gol e spettacolo nel derby emiliano tra Bologna e Sassuolo. Alla fine i tre punti se li prende la squadra di De Zerbi dopo una rimonta pazzesca nella ripresa: da 3-1 a 3-4 in 13 minuti. Il Bologna, che subisce gol da 37 partite, ha mostrato una buona vena in fase offensiva, ma troppa leggerezza nel reparto difensivo. Le buone notizie per Mihajlovic sono Soriano, ormai una certezza con tre gol e due assist nelle prime quattro gare, e Orsolini che finalmente si è sbloccato. Perdere così una partita che aveva in pugno, dopo il ko con il Benevento però, non può far certo stare sereno il tecnico. Per il Bologna è il terzo ko in quattro gare. Chi sorride è l’imbattuto De Zerbi, che conferma l’ottimo momento conquistando la terza vittoria nelle prime 4. Il Sassuolo sale a quota 10, al secondo posto da solo dietro il Milan, e ha già segnato 13 gol (è la terza partita in cui segna quattro reti): un record storico.

Partita giocata subito con grande intensità da entrambe le squadre. I due allenatori si affrontano in maniera speculare e senza fare troppi calcoli. Mihajlovic, dopo averlo pungolato alla vigilia del match, rispolvera Orsolini nel tridente dal 1′. Il Bolognagioca bene in verticale e trova il gol dopo soli 9’ con il suo uomo più in forma, Soriano, che firma il terzo gol in questo campionato sfruttando un assist delizioso del solito Palacio. Ma è tutta l’azione ad essere spettacolare: 8 tocchi di prima tutto in velocità. Il Sassuolo reagisce subito e dopo un paio di occasioni respinte da Skorupski, al 18’ trova il pari con un tiro preciso da fuori di Berardi che si infila all’angolino. La difesa del Bologna nell’occasione è stata troppo distratta, permettendo all’attaccante della Nazionale di controllare il pallone e mirare in tranquillità.

La partita resta bella, anche se il ritmo cala leggermente. Nel finale di primo tempo il Bologna ritrova il vantaggio con un’altra bella azione di prima in velocità. Svanbergal 40’ piazza col destro alle spalle di Consigli su assist di Soriano. Nella ripresa la gara riprende con grande intensità. Le squadre stanno fisicamente bene e producono occasioni da gol a raffica.

Al 60’ Orsolini sfrutta la sua chance per sbloccarsi e rispondere sul campo agli stimoli di Mihajlovic, portando il Bologna sul 3-1. La partita però non è affatto chiusa perché il Sassuolo è vivo e la riapre dopo soli quattro minuti con Djuricic che si infila nell’allegra difesa del Bologna e batte Skorupski. Passano sei minuti e Caputo di testa su calcio d’angolo segna il 3-3 sfruttando un assist involontario di Palacio, che svirgola il pallone. Il Bologna sparisce dal campo e il Sassuolo capisce che può fare il colpaccio. E infatti al 77’ arriva il gol del 3-4, con uno sfortunato autogol di Tomiyasu, che va in scivolata per anticipare Locatelli, ma la butta nella sua porta. Mihajlovic è quasi incredulo in panchina. Il Bologna prova a reagire, ma presta il fianco ai contropiedi pericolosi del Sassuolo, che non ci pensa proprio ad abbassare il ritmo e contenere.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri (64′ Mbaye), Danilo, Tomiyasu, Hickey; Svanberg (64′ Dominguez), Schouten; Orsolini, Soriano, Barrow (75′ Sansone); Palacio (75′ Santander). Allenatore: Mihajlovic

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur (61′ Ayhan), Chiriches, Ferrari (90′ Peluso), Kyriakopoulos; Bourabia (61′ Maxime Lopez), Locatelli; Berardi, Djuricic (81′ Obiang), Traore (61′ Raspadori); Caputo. Allenatore: De Zerbi

Arbitro: Doveri

Marcatori: 10′ Soriano, 39′ Svanberg, 60′ Orsolini (B); 18′ Berardi, 64′ Djuricic, 71′ Caputo, 77′ aut. Tomiyasu (S)

Ammoniti: Svanberg, Mbaye (B), Locatelli, Ayhan (S)

 

5 sapori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here