MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Liberiamo l’Italia scende in piazza. Oggi a Perugia e nei giorni scorsi nelle altre città Italiane, come Bologna e Venezia, affinché sia posto fine al blocco autoritario della vita sociale, economica, politica e democratica del Paese.

E’ stato chiesto anche un incontro alla Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei.

La protesta dei cittadini è legittima in base ai principi costituzionali della inviolabilità dei diritti di libertà personale (art. 13), di svolgere attività lavorativa (art. 4), di circolazione (art. 16), di riunione (art. 17), di manifestazione del pensiero (art. 21), di culto (art.19), di istruzione (art. 33 e 34), di libera iniziativa economica (art. 41).

“La nostra è  pacifica protesta di cittadini lavoratori contro le misure del governo che li porta alla fame.”

fanno sapere dal comitato Umbro,

Siamo in  in piazza per le libertà costituzionali violate dal governo Conte!
Il conto del lockdown non può pagarlo il popolo!

Protestano pacificamente e nel rispetto delle misure di sicurezza, come cittadini di Sana e Robusta Costituzione. “Non ci ha ammazzato il virus, ci ucciderà la fame! Vogliamo Lavoro, Reddito, Dignità e Libertà.”

Non si risparmiano neanche le critiche all’Europa e ai vizi della moneta unica:

Occorre uscire dalla gabbia dell’Unione europea e riconquistare la sovranità monetaria!

PODCAST:

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here