MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Il ministro Boccia: “Mai come in questo momento sentiamo il dovere di evitare una terza ondata”. Dobbiamo reggere ancora questo mese”. Contrario agli spostamenti “come quelli che ci sono stati nell’estate” e a riaprire subito le piste da sci

L’Italia deve cercare di tenere duro, non perdere “il senso di comunità” e ricordare che “molti italiani non ci saranno più il prossimo Natale“. È l’invito che arriva dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, di fronte alle continue polemiche e alle tensioni sociali che stanno dividendo il Paese in questa seconda ondata di coronavirus. Intervenuto a La Vita in Diretta su Rai1, Boccia ha affrontato ad esempio l’ultima richiesta arrivata dalleRegioni, che vogliono riaprire le piste da sci: “Oggi non ci sono le condizioni”, ha spiegato. Il pressing di chi vuole un liberi tutti per Natale aumenta e il ministro replica: “Discutere di cenoni e feste con 600-700 morti al giorno lo trovo davvero fuori luogo”.

NON È LA RADIO SCENDE IN CAMPO CON LA CITTÀ DI FIUGGI PER SERENA E IL SUO URGENTE INTERVENTO. AIUTACI A DONARE!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here