MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

“Milano sarà la vetrina del centrodestra che si candida a guidare il Paese quando la parola tornerà ai cittadini, quando la politica tornerà alla normalità democratica dopo la fase di emergenza da cui è nato il governo Draghi”. Lo ha detto il leader di FI, Silvio Berlusconi, intervenuto telefonicamente alla presentazione del candidato sindaco al capoluogo lombardo, Luca Bernardo. “Io – ha aggiunto Berlusconi – credo nel futuro del centrodestra”.

“Il centrodestra è chiamato a una grande prova nella città italiana più vicina all’Europa, sapremo dimostrare di essere un centrodestra europeo: un centrodestra di governo, capace di guardare e parlare all’Europa”, ha proseguito il leader di Forza Italia. “L’Europa sarà sempre di più il nostro punto di riferimento, conosciamo i suoi limiti e difetti ma nella pandemia ha dimostrato di saper essere solidale e davvero una comunità di popoli”, ha chiosato Berlusconi.

 

“Oggi non c’è nei cassetti dell’amministrazione un’idea, una visione del futuro di Milano. Le nostre donne e uomini saranno in campo per sostenere Bernardo e cambiare insieme Milano”. “La città è cambiata profondamente per le nostre iniziative e le nostre scelte coraggiose, – ha aggiunto – i sindaci di centrosinistra hanno vissuto di crescita e della realizzazione di quello che avevamo progettato e realizzato noi. A Milano il centrodestra ha dimostrato,  con i suoi capaci sindaci Albertini e Moratti,  cosa significa il buon governo, la concretezza, la forza delle idee e di una visione che, mi dispiace  dirlo,  a Milano mancano da troppi anni”.

 

Milano, Bernardo: Con giunta Sala troppo silenzio verso i più deboli – “Sono stato in silenzio par qualche secondo perché, come è stato ricordato, ho lavorato nell’emergenza Covid togliendomi i gradi perche’ quando c’è la malattia non gradi ma  ci sono solo le persone e la loro guarigione che e’ la cosa piu importante”, ha detto il candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo a margine della presentazione per la corsa per conquistare Palazzo Marino. “Ho osservato qualche secondo di silenzio –  ha aggiunto Bernardo – perché a Milano in questi 5 anni c’è stato silenzio verso i più deboli, i bambini e le donne”, mentre invece la giunta Sala ha preferito la via “del green alla moda”.

Da Pescara al tetto d’Europa, che traguardo per Immobile, Insigne e Verratti.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here