azienda italiana ice spa
Flyfarma
La “Ice spa”, industria chimica di Reggio Emilia tra le eccellenze italiane, è stata venduta a un fondo di investimento Usa. I suoi proprietari non solo hanno tutelato il posto dei mille lavoratori sparsi in tutto il mondo, ma hanno voluto premiarli per la devozione.

Un dono alle maestranze, per mostrare riconoscenza. A seconda di anzianità e ruolo, operai e ricercatori, manager e impiegati, si sono ritrovati una somma tra i 5 mila e i 25 mila euro. E’ la scelta  dei fratelli Enzo e Maurizio Bartoli, dopo aver ceduto l’ l’industria “Ice spa”  a un fondo d’investimento Usa.  “Ci è sembrato un gesto del tutto normale – spiega Enzo al Corriere della Sera – abbiamo voluto ringraziare chi  ha valorizzato la nostra azienda”.

L’azienda reggiana, fondata dal papà Walter nel 1949,  è una delle eccellenze italiane del settore chimico/farmaceutico. Produce acido ursodesossicolico, un principio attivo utilizzato per la cura di malattie gastrointestinali.  Dopo la cessione a novembre – per una cifra sui 600 milioni di euro, i mille dipendenti sparsi tra Emilia e Piemonte, Brasile, Stati Uniti e India sono passati alle dipendenze del gruppo Advent International, colosso della finanza.

Fonte TgCom24

Nessuno ha perso il posto di lavoro, anzi tutti hanno ricevuto un premio. Un’azienda in salute, insomma, che è stata venduta solo per assicurarle continuità:  “L’attività era troppo incentrata su me e mio fratello – spiega Enzo – passare la mano è stato inevitabile per garantirne il futuro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here