australia
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab
La foresta sarà piantata nel New South Wales, Tasmania, Western Australia, nel South Australia e in Victoria border.

L’ambizioso progetto durerà 11 anni e terminerà nel 2030

Scott Morrison, il primo ministro australiano, ha annunciato che in Australia verrà piantato un miliardo d’alberi in nove foreste entro il 2030. L’idea dietro questa iniziativa è di adiempiere agli obiettivi di Parigi, firmati nel 2015.
Come viene descritto nel National Forest Industries Plan, la prima fase delle operazioni di riforestazione durerà 11 anni, e coprirà 400mila ettari, con una spesa equivalente a quasi 8 miliardi di euro. Il risultato? 18 milioni di gas serra eliminati ogni anno. Grazie, alberi.

Non saranno benefici solo dal punto di vista ambientale, con minor quantitativi di anidride carbonica, ma verranno creati 10mila nuovi posti di lavoro per creare e mantenere le foreste. Inoltre il legno e tutti i derivati dei nuovi “abitanti”, verranno utilizzati nell’edilizia, nell’industria alimentare, per creare materiale biodegradabile.

L’Australia non è un Paese così verde

Tristi notizie per chi pensa che tutto ciò verrà fatto per amore dell’ambiente. In realta’ l’Australia non e’ proprio cosi’ virtuosa quando si tratta di clima, tra trivelle, miniere e  deforestazione non è una nazione da prendere proprio da esempio.
La decisione di riforestare viene invece presa perche’ l’Organization for Economic Co-operation and Development (OECD) rivela che il Paese si trova indietro sugli obiettivi di Parigi e che vuole arrivare al calo delle sue emissioni di CO2 fra il 26-28% entro 2030 rispetto ai valori del 1990.
Ogni anno infatti l’Australia immette in atmosfera circa 500 milioni di tonnellate di CO2. Si spera che con qualche centinaio di albero in più possa davvero diminuire!
Federica Fiordalice
MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here