MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Trentatrè anni portati alla grande per l’indagatore dell’incubo che il 26 Settembre del 1986 compariva nelle nostre edicole per la prima volta.

Camicia rossa,giacca nera e pistola alla mano, nel primo numero lo vediamo in copertina combattere un gruppo di Zombie che riemergono dalla terra: La notte dei morti viventi, un chiaro omaggio e riferimento al famoso film di Romero.

La notte dei morti viventi sarà il primo di una lunga e fortunata serie che va avanti ancora oggi, il padre di questo incredibile personaggio è lo scrittore e fumettista Tiziano Sclavi che dopo aver sperimentato il genere horror in qualche opera minore decide di dedicare anima e corpo a questo personaggio.

Dylan Dog, ad oggi, rimane il secondo fumetto più venduto in Italia dopo Tex, e in qualche modo può rappresentare uno dei primi antieroi della nostra penisola: cupo, traumatizzato dal suo passato, vagamente depresso e fondamentalmente disilluso nei confronti della vita Dylan Dog è un investigatore privato, ex poliziotto si Sotland Yard specializzato in crimini che hanno a che fare con l’orrore ed il mistero.

Indossa sempre una camicia rossa ed una giacca nera, non porta altro ed il suo armadio è pieno di doppioni di questi due indumenti, tutto ciò perchè il giorno in cui Lillie sua moglie ( militante dell’ IRA ) morì lui era vestito in quel modo.

Fanno da cornice a Dylan una serie di personaggi fissi come il commissario Bloch, sua figura paterna fondamentale e Groucho, il fidato assistente di Dylan che ha le sembianze ( ne più ne meno ) di Groucho Marx. Questi rappresenta tutto quello che non è Dylan, alla cui malinconia si contrappone il carattere giocherellone e scanzonato di Groucho.

 

 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here