MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Arcadio Spinozzi e Fabio Poli, lazialità allo stato puro

Per il secondo anno consecutivo, Venerdì 16 Luglio, in un agriturismo di Basciano in una delle valli più belle d’Abruzzo, alle porte del Parco Nazionale del Gran Sasso, si è svolta la cena dedicata ai giocatori laziali degli anni 80 che più sono rimasti nel cuore dei tifosi laziali, nonostante quella fosse una squadra con all’attivo risultati davvero deludenti.

Circa 70 tifosi provenienti dalle zone limitrofe ma anche dal Molise e dal Lazio, hanno avuto il piacere, di cenare, ballare e “tifare” con Arcadio Spinozzi e Fabio Poli, due tra i giocatori più rappresentativi di quegli anni, il primo per un attaccamento alla maglia che ancora fatica a trovari eguali ed il secondo per quello stacco di testa nei drammatici spareggi di Napoli, che permise alla Lazio di non affrontare l’onta della retrocessione in serie C.

Torce, striscioni e cori hanno accolto i due beniamini al loro arrivo al ristorante in un tripudio degno delle migliori curve prima dell’inizio di un derby sentitissimo.

La serata è poi proseguita con varie sorprese che hanno fatto da contorno ad un’ottima cena, tra queste la consegna delle nuove maglie donate da Ottavio del Lazio fan shop di Via Ottaviano, rigorosamente con i numeri 5 per Arcadio Spinozzi e 7 per Fabio Poli, le targhe a ricordo della serata, le imitazioni di Gianluca Cocola e l’immancabile esibizione di Toni Malco, con le canzoni che da sempre fanno da colonna sonora al mondo della Lazio, autore di un inno che non uscirà mai dal cuore di tutti i tifosi.

Nonostante il maltempo folta è stata la rappresentanza dei tifosi da Roma, tra questi Ciccio Buttinelli, reduce dalla vittoria di Wembley, “The voiceAlessandro Tonno che con i suoi cori ha animato la serata, Valerio Scambelluri, Roberto di Pietrangelo, Carmine e Gabriellone storici tifosi che non hanno smesso di curare i rapporti con i protagonisti di quegli anni e Agostino Lattuille, neo organizzatore di una seguitissima mostra sulle maglie laziali degli anni passati.

Per motivi personali non è potuto essere presente un altro campione, Angelo Adamo Gregucci, recentemente diventato nonno ed alle prese con il nipotino che ha però mandato i saluti dando appuntamento al prossimo anno.

Con i campioni appena citati, ai quali se ne aggiungeranno almeno altri 2 che hanno già aderito all’iniziativa, l’appuntamento è al prossimo anno.

Valerio Scambelluri

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here