caffè api
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Se pensate che siate gli unici ad aver bisogno di caffeina appena svegli vi sbagliate di grosso. Alcuni biologi affermano infatti che anche le api necessitano della loro dose di caffè quotidiana. Studi come quello di Rainforest Partnership, hanno dimostrato che le api sono attratte maggiormente dai fiori della pianta di caffè. Questa produce una gran quantità di caffeina per indurre le api a tornare più volte per terminare l’impollinazione. È la sostanza infatti a stimolare meglio nell’ape il ricordo della posizione della pianta, e la rende più “lucida” nel suo lavoro di raccolta del nettare. Questi comportamenti rientrano nella comunicazione “interspecie”, cioè tra due specie diverse, come appunto la pianta e l’ape. È dimostrato infatti che i fiori riescono a “sentire” il ronzio delle api e ad aumentare la loro produzione, anche fino al 25%. api caffè

I cambiamenti climatici stanno portando ad una notevole (e grave!) riduzione del numero delle api

Questi, di conseguenza, potrebbero mettere a serio rischio la produzione delle preziose bacche di caffè. Le piantagioni impollinate da questi insetti preziosissimi hanno una produzione superiore del 25% e bacche più grandi e uniformi, caratteristiche che incidono sul gusto della bevanda. Il legame tra api e caffè è perciò molto stretto e la sua posizione già precaria potrebbe precipitare ulteriormente.
Per questo è importante contribuire a proteggere questi insetti, come per esempio piantare fiori, perché nonostante non abbiano orecchie, possiedono un sistema di rilevazione molto più sensibile del nostro e di altri esseri viventi, basato su stimoli e vibrazioni.

Federica Fiordalice

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here