Nell’ultima puntata delle Iene è stato giustamente dato spazio ad Alessandro Gasbarrini medico all’avanguardia ed innovativo nella cura dei tumori.

Se è vero che spesso in Italia quando parliamo di sanità spesso ci viene da storcere il naso, questa volta parliamo di un medico che è fonte d’orgoglio per il nostro paese.

Il dottor Gasbarrini è il direttore di Chirurgia vertebrale all’ospedale Rizzoli di Bologna, reparto all’avanguardia nell’ortopedia, dove non si curano solo ossa rotte.

Ha avuto un’intuizione su cui ha iniziato a lavorare con la sua equipe: costruire vertebre in 3D in soccorso dei malati di tumore.

Quando il tumore attacca la colonna vertebrale, per prima cosa rimuove le costole e le vertebre ammalate, questo è ciò che afferma Gasbarrini. In seguito studia le ossa rimosse e poi crea una protesi in carbonio con l’ausilio di una stampante 3d che andrà a sostituire la parte malata.

Il costo di questo delicatissimo intervento è molto alto ma la cosa sensazionale è che è tutto pagato dal servizio sanitario nazionale.

Gasbarrini detiene il primato mondiale in questo tipo di intervento chirurgico: ventidue operazioni, tutte riuscite.

Ma l’ambizione del dottor Alessandro Gasbarrini non finisce qui e ha svelato i prossimi obiettivi: «Vorrei ridare il dono di camminare a chi non lo può più fare. Vorrei risolvere la paraplegia».

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here