MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Adriano Zuccalà: a Pomezia 36 mesi di buongoverno!

Domani, 26 Giugno, sarà il primo traguardo importante per la Giunta guidata dal Sindaco Pentastellato di Pomezia, Adriano Zuccalà: i primi 3 anni alla guida della città!

Con il giovanissimo, ma ben strutturato Sindaco, spesso ospite della nostra radio, abbiamo spesso condiviso le varie iniziative che sono state portate avanti in questi 3 anni dalla sua giunta, ed alla “festa” non potevamo non essere presenti con un breve intervista per farci raccontare quanto fatto ma quanto ancora si dovrebbe e potrebbe fare.

Sindaco, oggi la sua Amministrazione taglia il traguardo dei tre anni di mandato, come sintetizzerebbe i principali risultati raggiunti?

Tra i primi interventi realizzati già nel 2018, penso sicuramente al rifacimento della facciata della scuola Don Bosco, all’epoca irrimediabilmente danneggiata e vandalizzata, e all’apertura della Biblioteca comunale anche il sabato, con un restyling dell’area dedicata ai bambini con nuove attività, ottenendo un incremento delle presenze di oltre il 60%. Abbiamo messo in sicurezza in sito della ECO-X, che tra lungaggini burocratiche e legali, rischiava di diventare, oltre che un ecomostro, un rischio ecologico.

Nel primo anno in cui abbiamo operato “per intero”, abbiamo inaugurato il “Museo Città di Pomezia – Laboratorio del Novecento” che racconta la storia della Città di Pomezia attraverso testi, immagini, filmati e documentazione. È stata aperta la nuova delegazione di Torvaianica, con lo Sportello Unico di Accesso per i servizi al cittadino: una nuova modalità di gestione delle pratiche comunali, nell’ottica della semplificazione e digitalizzazione dei servizi. Tra le iniziative degne di nota anche il mercato a km 0 in collaborazione con la Coldiretti; la riqualificazione della passeggiata a mare e la manovra del welfare, che va a tagliare i costi per i servizi alle famiglie, come l’assistenza domiciliare, l’asilo nido e la mensa scolastica…

Il 2020 è l’anno che nessuno avrebbe mai voluto vivere. Dall’8 marzo in poi, è stato un susseguirsi di urgenze – sanitarie, amministrative o sociali – che ci hanno impegnato senza sosta. Nonostante le evidenti difficoltà, sono tante le iniziative che siamo riusciti a realizzare: l’avvio dei lavori per il canile comunale, il “Progetto Pegaso”, per impedire la pesca a strascico e favorire il ripopolamento ittico. Abbiamo rimodulato il programma integrato di intervento Petromarine, scongiurando la realizzazione di abitazioni sul bordo dei laghetti presenti sul posto, prevedendo una serie di opere pubbliche da 6 milioni di euro. Tra queste: un polo scolastico per l’infanzia e una nuova viabilità di collegamento tra via del Mare e via Gronchi. Abbiamo concluso il primo anello ciclabile collegando più quartieri in piena sicurezza, ora il prossimo obiettivo è collegare Pomezia e Torvaianica con una grande pista ciclabile. Abbiamo lavorato incessantemente per poter avviare il nuovo anno scolastico in sicurezza e supportato la didattica a distanza grazie ai fondi messi a disposizione dal Governo e dal Miur. Sono stati inoltre completati i lavori di ben 2 centri cottura per le mense scolastiche. Abbiamo concluso i lavori di ristrutturazione della nostra prima ludoteca comunale, restituendo alla pubblica fruizione una struttura confiscata alla criminalità organizzata. Fondamentali anche gli interventi sulle infrastrutture: abbiamo avviato e concluso il rifacimento di oltre 22 km di strade cittadine per la sicurezza di automobilisti, ciclisti e pedoni. I lavori di manutenzione hanno interessato, tra le altre, via di Torvaianica Alta, via del Mare, via delle Orchidee, via Castagnetta, via Fratelli Bandiera, via Virgilio, via Orazio, via Cavour, piazza San Benedetto da Norcia, via della Maggiona, via Campobello e via C.A. Dalla Chiesa. Gli ultimi lavori completati sono stati quelli del marciapiede sul litorale, e presto ne inizieranno altri. Ampio spazio è stato dato alla sensibilizzazione e alla partecipazione della cittadinanza, come la convenzione tra l’ufficio Tributi e diversi CAF della città, i certificati anagrafici presso le tabaccherie e l’applicazione Municipium, che oggi conta oltre 10.000 iscritti, con un tasso di risoluzione delle segnalazioni superiore al 95%. Stiamo lavorando inoltre per portare nelle case di tutti i cittadini di Pomezia un bene primario come l’acqua potabile. Abbiamo completato i lavori alla condotta idrica di via dei Castelli Romani e, grazie al programma di interventi di Acea 2020-2023, potremo completare la rete idrica e fognaria nelle zone di Castagnetta e Monachelle.

Quali sono i prossimi interventi che i cittadini di Pomezia vedranno realizzarsi sul territorio?

In ordine di tempo, i primi interventi che partiranno saranno quelli in piazza Indipendenza e piazza San Benedetto, dedicati al ripristino della funzionalità sociale, l’abbattimento delle barriere architettoniche e la possibilità di realizzare un’isola pedonale molto estesa, in giorni specifici, che parte da piazza Indipendenza e finisce con i giardini Petrucci, anche quelli di prossima riqualificazione. A fine estate, partiranno i lavori di riqualificazione del belvedere di Torvaianica e dello stabilimento abbandonato “New Las Vegas”, che sarà oltretutto dedicato alla piena fruibilità della spiaggia per le persone con disabilità. Partiranno entro fine anno anche i lavori su Santa Palomba, con la riqualificazione dei parcheggi, dei marciapiedi, delle strade e l’installazione di videosorveglianza; il recupero del casale di Borgo Santa Rita, che sarà oggetto di interventi dedicati al sociale; la realizzazione dello smaltimento acque chiare su Castagnetta e Campo Jemini, con il rifacimento della sede stradale. Mancano 2 anni al termine del mandato e contiamo di raggiungere altri numerosi obiettivi. Sul dissesto idrogeologico si farà un grande lavoro con il recupero della pista ciclabile della crocetta ed il superamento dei problemi di allagamento all’altezza di Campo Ascolano e di Martin Pescatore.

Torvaianica è una nota località balneare che ogni anno accoglie residenti e turisti durante la stagione estiva. Siete pronti?

Dal 1 luglio la Città sarà illuminata ogni sera con concerti, cinema, teatro, spettacoli, sagre, street food e laboratori. Oltre 100 eventi che animeranno piazza Indipendenza nel mese di luglio e piazza Ungheria a luglio e agosto, anche quest’anno nel rispetto delle norme anti-Covid. A Pomezia torna il Musical, alla sua terza edizione; Pratica Jazz, quest’anno nella splendida cornice di Selva dei Pini; e la tradizionale Festa di San Benedetto. Novità di quest’anno il Flame Festival, una rassegna di spettacoli di teatro urbano e di immagine. Torvaianica sarà teatro della Festa dei pescatori e delle tradizionali sagre con le specialità nostrale, ma sarà anche il palco del cinema, con i classici appuntamenti del cinema in piazza e il ritorno della famiglia Tognazzi con il Festival “TrentUgo” dedicato al grande artista Ugo Tognazzi. Anche quest’anno arriviamo all’estate dopo tanti sacrifici, in particolare per gli operatori turistici. Pomezia e Torvaianica sono pronte per ripartire con una nuova estate ricca di eventi, accanto ad albergatori, ristoratori, pescatori, attività commerciali, associazioni culturali e artisti. Vogliamo regalare un’estate di cultura e divertimento a grandi e piccoli, con eventi di alta qualità pensati per tutti.

Tra gli ideali del Movimento 5 Stelle ci sono senza dubbio la cultura della legalità e la lotta alla corruzione. Durante il suo mandato ci sono stati interventi in questa direzione?

Possiamo dire con orgoglio di aver ristrutturato un immobile confiscato alla criminalità organizzata realizzandoci la prima ludoteca comunale di Pomezia. L’immobile è stato recuperato grazie a un finanziamento di 60mila euro che l’Ente si è aggiudicato vincendo un bando regionale. La ludoteca si trova nel complesso “Villaggio Tognazzi” a Campo Ascolano e potrà ospitare fino a 14 bambini, differenziati per fasce d’età. Un intervento, in un quartiere importante come Campo Ascolano, ci consente di rispondere alle esigenze delle famiglie di poter usufruire di un servizio sociale dedicato ai più piccoli e al tempo stesso riscattare il nostro territorio nella giusta direzione.

Notizia che sta facendo scalpore la partecipazione del Comune all’asta per la vendita dell’ecomostro di piazza Ungheria conosciuto come “ex Biagio”. Sindaco, può spiegarci questa scelta?

Abbiamo deciso di partecipare all’asta pubblica, che si terrà il prossimo 7 luglio, per mettere la parola fine al peggiore ecomostro di Torvaianica. Posizionato in pieno centro, l’edificio da troppi anni deturpa la nostra bella località turistica e la nostra Amministrazione, che ha a cuore il decoro del territorio, ritiene doveroso partecipare e mettere in campo tutte le azioni più idonee per restituire alla Città la bellezza che merita.

Partecipare all’asta vuol dire chiudere la vicenda in maniera definitiva. Se il bene verrà aggiudicato all’Ente, lo abbatteremo e ingrandiremo la piazza, realizzando un edificio compatibile alle necessità della delegazione attualmente operativa e al contesto urbano. Se vincerà un privato, la struttura verrà riqualificata e portato a termine il progetto. In ogni caso, l’ecomostro abbandonato sarà solo un brutto ricordo.

A proposito di ecomostri, la scorsa estate abbiamo partecipato alla presentazione del progetto per il nuovo teatro. A che punto siamo?

L’ex Consorzio agrario viene pensato come teatro circa 16 anni fa, da allora sono stati investiti circa 7 milioni di euro senza portare a conclusione i lavori e lasciando un ecomostro al centro della Città. Per anni non si è mai riusciti a recuperare i fondi per portarlo a termine, adesso finalmente abbiamo a disposizione le risorse finanziare per intervenire, sicuramente, nella porzione dedicata agli spettacoli e dotare Pomezia del suo primo teatro.

Il progetto, adeguato al finanziamento ottenuto di oltre 3 milioni di euro del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) 2014-2020, nell’ambito del piano “Turismo e cultura” del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, prevede la realizzazione della sala teatrale: una struttura che potrà contenere 500 posti, progettata in modo da essere multifunzionale dal punto di vista dello spettacolo, potendo ospitare con estrema flessibilità qualsiasi tipo di rappresentazione artistica.

Proprio oggi inizia la gara per il teatro. Stiamo avanzando spediti per fare in modo che da qui a fine 2022 siano realizzati platea e palcoscenico: presto l’ecomostro che deturpa il nostro centro cittadino lascerà il posto ad uno spazio dedicato alla cultura, un’architettura di pregio dedicata alla nostra comunità.

Ultima domanda, di rito: dove si vede Adriano Zuccalà tra 10 anni?

Ho scelto di candidarmi a Primo Cittadino per dare il mio contributo e innescare un circuito virtuoso che potesse portare ad un reale cambiamento e oggi possiamo affermare con orgoglio che Pomezia ha cambiato volto. È essenziale mantenere sempre saldi gli obiettivi nonostante gli ostacoli che ci vengono posti davanti e riuscire a valorizzare la squadra, senza cui non si riuscirebbe a raggiungere nemmeno il risultato più banale.

È presto per dedicarsi alla campagna elettorale e per ragionare su un arco temporale così lungo. Quello che posso dire è che stiamo lavorando con l’obiettivo primario di permettere che chi abita a Pomezia abbia tutto ciò di cui ha bisogno per vivere serenamente: collegamenti rapidi, strade sicure, aree verdi. In poche parole, la Città del futuro: moderna e sostenibile. Oggi molti hanno dimenticato la situazione tragica di Pomezia prima del Movimento 5 Stelle e non possiamo permettere che chi ha portato la Città sul l’orlo del baratro torni a fare danni. Per impedirlo, io sarò sempre disponibile.

Non mi resta che farvi i complimenti ed augurarvi di continuare il vostr olavoro come sempre avete fatto.

Grazie per la vostra disponibilità, anzi quando volete venire a trovarci per vedere da vicino quanto vi abbiamo raccontato sarete ovviamente i benvenuti, vi aspetto!

Valerio Scambelluri

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here