Corte de’ Frati, provincia di Cremona.

Marco Rozzi e Laura Milini, gestori di un bar in piazza Roma hanno deciso di togliere le tre slot machine che avevano nel bar per lasciar spazio ad un biliardino.

Stufi di vedere i loro amici buttar via stipendi alla rincorsa di sogni impossibili racchiusi dentro a quelle slot, hanno deciso di agire.

“Chi perdeva alle slot poi diventata scontroso. Così abbiamo deciso di guadagnare qualcosa in meno ma creare un ambiente tranquillo proponendo un divertimento positivo per i ragazzi come il calcio balilla.”

La “scelta etica” di Marco e Laura ha trovato l’appoggio anche del sindaco del paese, Rosolino Azzali, che l’ha definita un “gesto importante contro un’autentica piaga sociale”, visto che “nel 2017 in paese si sono giocati 345.000 euro.”

Quanti gestori di locali avrebbero lo stesso coraggio?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here