MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Siamo su un catamarano lungo 18 metri, è notte e un’amaca ci invita a provare l’ebbrezza del dondolio notturno; l’asse portante ha sulla cima una luce fioca che oscilla con il ritmo delle onde e sopra di essa un milione di stelle, scie luminose nel blu pesto e un silenzio surreale.

La luna riflette piccoli barlumi di luce che accendono d’argento l’acqua.

Risuone nelle orecchie “ Mi sento bella, bella, bella
Con le mie stelle, stelle, stelle colorate
Stelle filanti con colori che finora non avevo visto mai!

Cosa sarà, amore oppure fantasia?
Nostalgia, nostalgia di te! “

Raffaella…

Potremmo descriverti con le considerazioni numeriche e di business che ormai molti di noi fanno per  valutare la qualità e il talento delle persone; potremmo quindi ricordare che sei stata l’unica artista italiana, l’unica donna, ad avere venduto 20 milioni di dischi, nel mondo, con il singolo “ A far l’amore comincia tu “, narrare i vari dischi d’oro ricevuti nel corso della tua carriera musicale, raccontare di come l’iconicità della tua immagine, cucita a misura su una personalità geniale e perfezionista quale sei stata, sia stata copiata a distanza di trent’anni da star internazionali e tanto, tanto altro.

Non saremmo di certo noi a ricordare e rimarcare il gioco a premi, seppur divertente, del barattolo dei fagioli o circoscrivere la tua maestosa carriera al Tuca Tuca, tu sei molto di più.

Grati e fortunati dall’avere accanto la generosità e il garbo del Maestro Gianni Belfiore, che curando la rubrica “ Bellissime ma sconosciute “ attraverso il programma radiofonico e televisivo “ C’hanno lasciato qui “, nel suo modo tipicamente pirandelliano, ha raccontato i retroscena di una carriera costellata di magia, dove la genialità di un compositore della sua levatura ha esaltato le sfaccettature di un’artista che di doti ne aveva da vendere, ma che in realtà non ha mai venduto, prediligendo la riservatezza, fuori dalle scene e le partecipazioni agli spettacoli dove il desiderio primario era trasmettere l’amore per il proprio lavoro, la passione, la dedizione, senza mai sbagliare un colpo, senza mai lasciarsi andare ad esternazioni di bassa levatura, come solo una vera Regina sa.

Danzare donando agli occhi leggerezza, cantare trasportando il pubblico verso uno stato emotivo di euforia e allegria, ma essere in grado anche di impressionare e commuovere in interpretazioni che richiedevano una sensibilità fuori dal comune.

Io non vivo senza te è una poesia mai gridata eppure assordante e ridondante, un inno all’amore.

E l’amore per te era un boomerang di libertà verso tutti, nessuno e nessuna esclusa, senza bisogno di manifestare verbalmente ma attraverso gestualità, interpretazioni ognuno di noi ti ha sentita vicina, solidale, anche vestita di trasgressività, con spacchi vertiginosi,  scollature audaci, tessuti in pelle e body con i collant e le scarpe con il tacco, di danza.

Generalmente il nazional popolare viene concepito come un successo di poco conto, da osservare e analizzare con quella sorta di puzza sotto il naso, sminuendone l’importanza.

Perchè non è arrivato un riconoscimento, prima del suo ultimo volo, dal suo paese natio, l’Italia?

Siamo in tanti ad esserci posti questa domanda, il nostro staff televisivo e radiofonico, il fan club ufficiale, qualche autore, di quelli che piuttosto che inflazionare i programmi con onnipresenza, vivono ritirati continuando ad impegnarsi nella loro dedizione artistica.

Non lo sappiamo.

Allora, la considerazione che è emersa, in seconda battuta è che forse è giusto ricordare Raffaella e continuare a farlo, attraverso tutto ciò che il pubblico ha esternato e voluto manifestare, partecipando con noi alla stesura di questo articolo.

Potrà sembrare bizzarro, ma a noi è piaciuto ricordarla così, attraverso le parole di persone che alla domanda:

“ Che cosa rimane e rimarrà indelebile per voi della nostra Regina Italiana?” non si sono tirate indietro ed hanno risposto così:

  • Raffaella rappresenta gli anni più belli della mia vita, non ho mai mancato ad un appuntamento televisivo con i suoi programmi. Raffaella era la dolcezza e la bontà in persona, sono riuscita a coronare il mio sogno andando a the voice come pubblico solo per vederla dal vivo. Che donna di classe
  • Per me è un mito,sono cresciuta con lei,ancora i programmi TV erano in bianco e nero,si aspettava il sabato sera per guardare la televisione e lei giovane e bellissima ci incantava con il suo modo di fare.Aveva un’eleganza innata,una persona seria e dedita al lavoro e non a fare gossip per vendere giornali .A quei tempi,se non eri brava/ o non lavoravi in TV,non come adesso tutte queste donnine che sanno solo mettere in mostra ma con cervello nulla….Penso che se dovessimo tornare indietro con il tempo nessuna di loro avrebbe avuto un lavoro.Grande Raffa,nessuna mai come te .R.I.P.
  • ..il suo essere così….buona bella brava bionda sorridente generosa timida riservata silenziosa….Raffaella
  • Le sue espressioni, il colpo di testa, la sua risata
  • .lei é il mio mito! La mia passione per il ballo é nata guardando lei quando ero piccola…oltre all’immensa bravura nel cantare,ballare e presentare, nel mio cuore resterà sempre la sua dolcezza! Lei ha gli occhi buoni..quegli occhi buoni e profondi che esprimono sincerita’
  • La sua energia. E il saper andar via silenziosamente lasciando ricordi pazzeschi. Grande Donna
  • La sua preparazione e bravura, oltre alla sua inconfondibile Risata ed il caschetto biondo
  • La sua voce unita ai suoi passi di danza e la delicatezza dei suoi movimenti
  • Sarebbe una cosa davvero carina (riportare i pensieri dei suoi fans) e forse la grande Raffa ne sarebbe molto più contenta rispetto a stucchevoli celebrazioni
  • La sua dolcezza,la sua eleganza e la sua disponibilità con tutti. La sua capacità di amare e di farsi ben volere da tutti e la sua grandissima professionalità e gentilezza. Era una donna forte e speciale.
  • Maravillosa inolvidable única
  • Simpatia allegria eleganza bravura bellezza gentilezza delicatezza forza
  • Unica, inimitabile, talento puro, bellezza naturale, umile come tutti i grandi
  • La sua simpatia _ umiltà _bellezza_ ecc…. Ce ne sarebbero di cose da dire ma una sola cosa che adoravo. La sua voce è la sua risata
  • Di lei rimarrà il talento unito a tanta umanità semplicità e simpatia Capacità di attrarre e rimanere nei cuori delle persone Unica e grande Raffaella
  • La sua dolcezza la bravura tutto di lei manca a noi
  • Il suo modo di porsi
  • Tutto, era unica
  • Lei è l’icona della televisione italiana. Grande donna grande ballerina e grande umanità.
  • Solo vederla mi emoziona ,pensarla
  • La televisione,quella bella,dei tempi andati….non le schifezze di oggi di cui è inguardabile la tv

I l gruppo Passo Carrabile ringrazia dal profondo del proprio cuore ogni persona che ha voluto partecipare, lasciando un pensiero personale per l’articolo. Grazie al fan club official, ai gruppi che continuano a promuovere la cultura di questo paese attraverso l’approfondimento di questa grandissima artista, grazie alla televisione e alle radio libere, come “ Non è la Radio “ e “ Tele Lazio Nord “ per gli spazi che ci concedono per diffondere cultura.

Ciao Raffaella noi continuiamo a vederti attraverso l’immenso patrimonio artistico che ci hai lasciato e come su un’amaca, in una notte stellata d’estate che stupisce, noi appena partiranno le prime note di Fatalità o di Ballo Ballo saremo sempre pronti a scattare in piedi, pronti a ballare e ad inventarci un passo.

Che fa così.

Sempre al tuo fianco, ad un passo dalle stelle.

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here