Fonte dell’immagine: mirror.co.uk
Fonte dell’immagine: mirror.co.uk
MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Nel corso della nostra trasmissione “Offline” di ieri abbiamo parlato di questo essere “strano”.

Lo scopo di questo articolo è quello di cercare di dare una risposta alle tante domande dei curiosi che al termine della trasmissione ci sono pervenute.

Per prima cosa vietato impressionarsi!

Possiamo partire!

Chi è allora questo Graham?

Se da una parte le grandi aziende automobilistiche si sfidano a suon di tecnologie raffinatissime per regalarci prodotti sempre più sicuri e intelligenti, dall’altra c’è qualcuno che ha provato ad andare oltre…

E’ ciò che ha fatto Patricia Piccinini, artista iperrealista che coadiuvata da esperti in traumatologia e collisioni ha provato a dare una risposta alla domanda che segue:

come dovrebbe essere un uomo capace di resistere ad un investimento stradale?

Di certo non sarebbe un bel vedere se ce lo dovessimo trovare di fronte per strada, magari di notte…

Ma rasserenatevi amici!

Per ora Graham è solo una semplice scultura.

Un grande cranio (capace di ospitare molto liquido cerebrospinale a protezione della materia grigia in caso di forti urti) fa da casa ad un cervello di normali dimensioni.

Il viso è pieno di “cuscinetti” di grasso a protezione di naso, orecchie e fronte: in questo modo urtare un parabrezza o un paraurti diventa quasi un gioco.

Ma se il buon Graham è bruttissimo a vedersi è principalmente a causa della totale assenza del collo.

Infatti questo essere indistruttibile è stato progettato con le costole direttamente unite al cranio in modo da evitare i fastidiosi e pericolosi colpi di frusta.

Graham, inoltre, è munito di numerose sacche di liquido disposte tra le costole. Queste sacche nel momento di un eventuale impatto rilasciano le sostanze contenute al loro interno così da proteggere gli organi interni da traumi e schiacciamenti.

Geniale, nel vero senso della parola, è stata l’idea di munire questa scultura di un’articolazione aggiuntiva sui piedi capace di far compiere a questo essere dei grandi salti  capaci di evitare un pericolo imminente.
lo scopo finale di questo progetto è quello di sensibilizzare in maniera importante tutti coloro che spesso sottovalutano il fatto che essere al volante di un auto è come impugnare un’arma capace di uccidere da un momento all’altro se non la si usa con la testa in ogni minimo istante.

Fortunatamente o sfortunatamente Graham non esiste.

Quindi “occhio” alla guida!

Fonte dell’immagine: mirror.co.uk

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here