MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Una delle notti più buie della Cina fu quella tra il 3 e il 4 giugno del 1989. Da una parte vi erano carri armati e dall’altra studenti ed operai. Impossibile dimenticare il sangue sparso per le vie di Pechino, macchie rosse indelebile per la storia dell’uomo e del paese orientale.

Il tutto ebbe inizio nell’aprile del 1989, quando si manifestò per le piazze della Capitale cinese chiedendo riforme democratiche. Il tutto sull’onda della distruzione del muro di Berlino e della disfatta dei regimi comunisti in Europa. Il numero degli studenti e degli operai cresceva, portando a maggio a Piazza Tienanmen più di un milione di persone.

La piazza che aveva visto dichiarare a Mao Zedong la nascita della Repubblica Popolare Cinese,stava per diventare il terreno di battaglia della repressione dittatoriale. E avvenne una vera e propria tragedia in quella Piazza Tienanmen, che oggi dopo 30 anni è diventata simbolo storico di protesta e della repressione dittatoriale.

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here